AS ROMA 1927

In questa sezione potete parlare di tutto quello che volete a parte Football Hero
Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 1576
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

10/03/2018, 14:19

Pronti alla grande sfida.


Iniziamo dalla fine. Dalla squadra unita a centrocampo, anche chi non ha preso parte al match perché squalificato, a fissare nel tabellone dello Stadio Olimpico le immagini delle imprese stagionali: dal gol di Dzeko a Londra alla vittoria contro il Napoli. Come a voler ricordare alla squadra di cosa sia in grado di fare, quale sia il proprio potenziale, che quella delle imprese può essere, sempre, la vera Roma. Il tutto contornato da quel "Abbiamo bisogno di voi" riferito a tutti i tifosi. Il Toro è appena stato matato, ma l'obiettivo è già la grande sfida di martedì prossimo contro lo Shakhtar. Ribaltare la sconfitta di Charkiv, entrare tra le migliori otto squadre d'Europa e continuare il cammino da outsider. Il 3-0 finale può far stare tranquilli gli uomini di Di Francesco in ottica corsa alla Champions in Serie A (comodi sul divano in attesa di un passo falso di una tra Lazio e Inter), ma è fuorviante per quanto si è visto in campo, soprattutto nel primo tempo. La solita Roma impacciata, con il timore di osare vista ultimamente in casa, si è fatta a tratti schiacciare dal Torino di un indemoniato Iago Falque. Questo il primo monito in vista degli ottavi di Champions: bisognerà stare sul pezzo fin dal riscaldamento, regalare un tempo allo Shakhtar, lo abbiamo visto nella gara di andata, comprometterebbe la qualificazione. Sbloccato il risultato e sbloccatasi mentalmente, non c'è stata partita. Il raddoppio di De Rossi è una di quelle storie toccanti, quasi già scritte, che impreziosiscono la serata. Lui, ore ore passate mercoledì a vegliare sull'amico defunto, in dubbio fino alla fine, trova un gran gol e da capitano, guida la squadra alla vittoria. In una gara da dentro o fuori, non ci sarà possibilità di aspettare chi non ha sfruttato l'ennesima occasione sul campo. El Shaarawy e Schick, potrebbero essere jolly inaspettati del match ma, il faraone su tutti è ben lontano dall'essere il calciatore che con una doppietta al Chelsea ha lanciato la squadra verso la gara contro gli ucraini. Se la gara contro il Torino, con l'incombenza della Champions, poteva essere l'ennesimo trappolone di un campionato altalenante, dopo i 90', con tre punti in tasca, Di Francesco avrà ancora più chiare le idee su come e con chi affrontare la partita più importante della stagione giallorossa. Con i rientri di Fazio, Dzeko e Perotti, sospinta da uno stadio gremito, possiamo dire che la Roma è pronta alla grande sfida.
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 1576
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

10/03/2018, 14:22

Anche il Monaco su Alisson ma Monchi lavora per il rinnovo.


Le costanti prestazioni di livello di Alisson Becker con la maglia della Roma continuano ad attirare le attenzioni dei più importanti club europei. Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport sul proprio sito ufficiale, resta forte il pressing del Liverpool per l'estremo difensore brasiliano, che qualche settimana fa lo aveva fatto visualizzare dal vivo dai propri osservatori. Sul numero 1 della Roma però ci sarebbe anche il Monaco francese, pronto ad investire una grossa somma per il portiere. Nel frattempo però il ds Monchi sta lavorando sull'agente del brasiliano per riuscire a frgli firmare il rinnovo di contratto.
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 1576
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

10/03/2018, 19:37

Perotti: "Sarebbe un sogno arrivare ai quarti di Champions. La vittoria contro il Napoli ci ha dato morale".



L'esterno offensivo giallorosso Diego Perotti ha parlato ai microfoni del portale uruguaiano La Oral Deportiva: "Il risultato di Kharkiv è stato un peccato, abbiamo giocato molto bene nel primo tempo e potevamo fare più di una rete. Nel secondo tempo invece siamo calati e loro sembravano un’altra squadra. Ho riposato col Torino in vista dello Shakhtar. Sarebbe un sogno arrivare ai quarti di finale di Champions, partiamo da un piccolo svantaggio ma giochiamo in casa e ci basta solo 1 gol per passare. La vittoria con il Napoli ci ha risollevato il morale. La sfida con lo Shakhtar definisce ciò che resta della stagione. La Nazionale? Essere tornato nella Selección è un sogno. Sto lavorando per questo da quando il mio corpo mi ha dato la continuità di cui avevo bisogno. Nel momento in cui mi sono reso conto che stavo bene di nuovo, mi sono posto come obiettivo tornare in Nazionale. Lottare per un posto nel Mondiale è qualcosa che mi inorgoglisce e che voglio fare in tutte le partite. Penso alla Roma però tengo un occhio rivolto alla Selección. Il Boca? I classici sono partite a parte. Sicuramente vincere con il Boca al River può salvare l’anno, vista la situazione in cui si trova. Vorrei che la Supercoppa la vincesse il Boca. Sarà una partita dura e nella quale le due squadre dovranno dare il massimo”.
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 1576
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

11/03/2018, 14:21

Sala video, palestra e campo nell'allenamento odierno. Individuale per Defrel, Luca Pellegrini e Karsdorp.



La Roma continua a preparare il match di ritorno degli ottavi di finale di Champions League contro lo Shakhtar Donetsk. Lavoro in palestra e in campo dopo una sessione video il programma di oggi, con lavoro individuale previsto per Defrel, Luca Pellegrini e Karsdorp.

Prossima partita: Roma-Shakhtar Donetsk (martedì 13 marzo ore 20:45)
Probabile formazione (4-3-3): Alisson; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Nainggolan, De Rossi, Strootman; Ünder, Dzeko, Perotti.
Ballottaggi: Pellegrini/De Rossi/Strootman
In dubbio: Defrel.
Squalificati: -
Diffidati: Perotti
Indisponibili: Karsdorp (rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro), Luca Pellegrini (frattura della rotula sinistra).
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 1576
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

12/03/2018, 14:03

Ancelotti: "Roma-Shakhtar gara difficile, ma abbordabile per i giallorossi".


Queste le parole dell'ex calciatore della Roma, Carlo Ancelotti, ai microfoni di Radio Rai: "La Roma gioca una partita difficile, contro una squadra complicata (Lo Shakhtar Donetsk ndr), ma negli ultimi due match ha dato risposte importanti. Sembrava in difficoltà ma con Napoli e Torino ha ritrovato fiducia: mi auguro possa passare il turno, il risultato non è facile, ma abbordabile”.
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 1576
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

13/03/2018, 14:01

Mancini: "Bruno Peres deve capire che il calcio è anche fuori dal campo. Gerson ha doti sopra la media".




L'ex giocatore della Roma Amantino Mancini è intervenuto ai microfoni di TeleRadioStereo.

Quando tu arrivasti eri un laterale basso, poi hai fatto grandi giocate e grandi numeri come attaccante.
"Ho iniziato come terzino ma avevo buoni piedi, per questo con Capello è stato facile giocare un po' più alto. Per questo non ho avuto grandi problemi ad adattarmi a quel ruolo. È più difficile al contrario tornare terzino. Nel calcio di oggi tutti si conoscono e le squadre giocano a specchio. I terzini di oggi devono quindi essere bravi a saltare l'uomo e creare la superiorità numerica".

Oggi stai portando avanti il corso di allenatore, come cambia la percezione del campo?
"Se io avessi avuto prima la testa di oggi sarei stato un altro calciatore. Vedo il calcio in un'altra maniera e sicuramente il mio rapporto con gli allenatori sarebbe stato diverso. Prima, da calciatore, le uniche preoccupazioni erano quelle di stare bene fisicamente, fare i gol la domenica, ascoltare e capire quello che dicono in giro. Il resto ti sfugge e i giocatori vanno in difficoltà".

La Roma ha tantissimi brasiliani: un commento su Juan Jesus, Alisson e Bruno Peres?
"Juan Jesus gioca poco, secondo me ha le qualità per diventare un difensore forte. Quando viene chiamato in causa fa sempre il suo tranquillo e gioca semplice. Alisson è un fenomeno e l'ho visto giocare all'Internacional. All'inizio ha avuto dei problemi ma è normale per i giocatori che vengono dal Brasile. Adesso ha capito la piazza, la cultura e vede il suo valore. Bruno ancora ha difficoltà e ha avuto problemi extracampo, l'ho conosciuto e deve capire che il calcio non è solo sul campo ma anche fuori. Però è un ragazzo che può aiutare ancora la Roma".

Quando giocavi tu lo stadio era pieno a prescindere. Noti una differenza in questo momento tra i tifosi e la squadra?
"Tantissimo, se parliamo di 13-14 anni fa era tutto diverso. Con i miei amici dico sempre che l'Olimpico ora è vuoto, prima era pieno. Probabilmente è un discorso anche di soldi e la gente può aver perso un po' quel senso di fiducia nella società".

Tu sei arrivato giovanissimo a Roma. Che consigli daresti ai giocatori giovani di questa squadra?
"A loro direi di imparare a conoscere la piazza in cui sono arrivati e continuare a lavorare e avere fiducia in Di Francesco. C'è Ünder che sta cominciando ad avere continuità, Schick sta facendo un po' più di fatica ma ha le doti tecniche per fare bene. Bisogna avere pazienza e non mettere pressione ai ragazzi per non rischiare di bruciarli".

Quando arrivò Gerson ci parlarono di una stella del calcio brasiliano. Era un'esagerazione o ci sono le potenzialità?
"Assolutamente sì, c'è potenziale. Gerson ha doti tecniche sopra la media, deve solo capire il calcio italiano per riuscire a crescere. Se riesce ad entrare nel sistema secondo me è fortissimo. Non è facile inserirsi subito, si vede adesso che ha cambiato testa e riesce a fare la differenza anche quando entra dalla panchina".

Prima di arrivare a Roma, dove ti sei ambientato subito, sei passato per Venezia. Lì forse c'è stata un po' più di sofferenza vista la saudade e il modo diverso di vivere rispetto al Brasile. Quel passaggio ti ha aiutato?
"Quei primi quattro mesi a Venezia sono stati fondamentali. Mi hanno aiutato ad ambientarmi e a capire il calcio italiano. Se io non avessi fatto quell'esperienza forse non sarei stato il giocatore che sono stato alla Roma. Poi sì, la nostalgia è una cosa che i brasiliani soffrono tanto, noi siamo molto attaccati alla famiglia e agli amici, siamo un po' più particolari".

Tu hai vissuto il primo Spalletti, lo hai trovato diverso rispetto a quando lo avevi lasciato?
"L'ho trovato alla stessa maniera, non è cambiato nulla".

È stato più bello il gol alla Lazio o i mille doppi passi al Lione?
"Ma che domanda è? (ride ndr). Quello alla Lazio è stato il mio primo gol in Serie A, non potevo colpire la palla diversamente. È stata una grande emozione, il Derby è sempre una partita speciale. Ma anche quello di Lione è stato un gol splendido, feci otto finte e l'azione fu bellissima, proprio in stile Spalletti con la palla che girava veloce e i tocchi di prima".
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 1576
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

13/03/2018, 23:03

Shevchenko all'Olimpico per Roma-Shakhtar.


L'attuale CT dell'Ucraina ed ex attaccante del Milan, Andriy Shevchenko, è presente allo stadio Olimpico per assistere al ritorno degli ottavi di Champions League tra Roma e Shakhtar.
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 1576
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

13/03/2018, 23:06

FORMAZIONI UFFICIALI



ROMA (4-3-3): Alisson; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Nainggolan, De Rossi (c), Strootman; Ünder (64' Gerson), Dzeko (88' El Shaarawy), Perotti.
A disp.: Skorupski, Jesus, Peres, Pellegrini, Schick.
All. Eusebio Di Francesco







SHAKHTAR DONETSK (4-2-3-1): Pyatov; Butko, Ordets, Rakitsky, Ismaily; Fred, Stepanenko (73' Patrick); Marlos (81' Dentinho), Taison (c), Bernard; Ferreyra.
A disp.: Kudryk, Khocholava, Petriak, Zubkov, Kovalenko.
All. Paulo Fonseca





Note: 47.693 paganti (2.694.212 euro di incasso)

Arbitro: Alberto Undiano Mallenco (ESP)
Assistenti: Roberto Alonso (ESP) - Juan Yuste (ESP)
Quarto Ufficiale: Raúl Cabanero (ESP)
Arbitri Addizionali d'Area: Juan Martinez Munuera (ESP) - José María Sanchez Martinez (ESP)







SECONDO TEMPO

90+4' - Termina la gara. La Roma vola ai quarti di finale.

90+3' - Bel numero di Ismaily, che semina il panico sulla fascia destra giallorossa. Il giocatore degli ucraini, però, dopo una triangolazione, si porta il pallone sul fondo.

90+2' - Bella chiusura di Manolas su un cross di Ismaily.

90+1' - Grandissima copertura di Fazio su Bernard. I giallorossi ripartono.

90' - Saranno 4 i minuti di recupero.

89' - Offside per Dentinho.

88' - Murata la punizione di Patrick. Per la Roma intanto in campo El Shaarawy per uno stremato Dzeko.

87' - Continua a provarci lo Shakhtar, guadagnando un calcio di punizione all'altezza dei 25 metri dall'area di rigore capitolina.

86' - Sbaglia il controllo Ismaily, regalando secondi preziosi ai giallorossi.

84' - Alzano il baricentro gli ospiti che si buttano nella metà campo giallorossa alla disperata ricerca di un gol.

83' - Ottima chiusura di Kolarov su Bernard.

81' - Cambio Shakhtar: dentro Dentinho, fuori Marlos.

80' - Confusione in campo. I giocatori dello Shakhtar, per velocizzare la ripresa del gioco, spintonano un raccattapalle, generando la forte protesta da parte dei padroni di casa. Intanto Kolarov si appresta a battere il calcio di punizione.

78' - Rosso per Ordets! Il difensore centrale degli ucraini, superato in velocità da Dzeko, si fa espellere per una trattenuta sul bosniaco, involatosi solo davanti alla Pyatov.

77' - Continua il giro palla da parte dei padroni di casa.

75' - Giallo per Fred per un fallo su Perotti.

75' - Ora è lo Shakhtar a faticare nel trovare degli sbocchi offensivi.

73' - Cambio per gli ucraini: fuori Stepanenko, dentro Patrick.

71' - Occasione per Gerson. Il brasiliano, dopo una splendida invenzione di Kolarov, temporeggia troppo col pallone, trovando una deviazione sulla sua conclusione.

70' - Bravo Perotti a soffocare l'azione offensiva dello Shakhtar.

69' - Gira palla la Roma, permettendo così a tutti gli effettivi di respirare.

67' - Occasione per la Roma con Dzeko, il quale finalizza male un rapido contropiede, ben orchestrato da Perotti.

66' - Non ha fretta ora la Roma, forte del vantaggio sufficiente per accedere ai quarti.

64' - Per la Roma in campo Gerson al posto di Ünder.

63' - Guadagna una preziosa rimessa laterale la Roma. Intanto si prepara a entrare Gerson.

62' - Roma vicina al 2-0 con Dzeko, autore di un tiro che per poco con beffa il portiere ucraino.

61' - Sbaglia il lancio Kolarov per Florenzi.

60' - Prova il numero Ferreyra ma ancora è bravo De Rossi a chiudere.

59' - Lancio dalle retrovie per Bernard ma Alisson chiude con autorità.

57' - Ancora De Rossi fondamentale nella chiusura di Stepanenko.

55' - Accelera lo Shakhtar con Taison che prova a innescare Ismaily. De Rossi, però, capisce tutto e chiude.

54' - Alza i ritmi la Roma: stavolta è Perotti che prova a battere Pyatov con un tiro troppo centrale.

52' - GOOOOOOOOOOOOOOOOOL DELLA ROMA CON DZEKOOOOO. L'attaccante bosniaco approfitta di un malposizionamento della linea difensiva avversaria e si presenta davanti all'estremo difensore avversario, trafiggendolo con un tocco vincente.

51' - Ottima la diagonale di Florenzi che anticipa Ferreyra, scappato sulla linea del fuorigioco.

49' - Buon movimento di Taison che trova Bernard. Il cross del brasiliano viene intercettato da Fazio.

48' - Fallo di Ünder su Taison.

47' - Gran giocata di De Rossi che pesca in profondità Perotti, il quale, però, si allunga un po' il pallone. L'azione termina, infine, con il fuorigioco di Nainggolan.

46' - Ricomincia la gara. Nessun cambio nelle due squadre.


PRIMO TEMPO


45+1' - Con un minuto di recupero si conclude un primo tempo avaro di emozioni.

45' - Cade a terra in area Nainggolan ma per l'arbitro non c'è nulla.

43' - Prova l'inserimento Nainggolan a seguito di un lancio di Alisson. Il belga viene, però, fagocitato dai centrali ucraini.

42' - Occasione Shakhtar con Ferreyra che, ricevuto un buon pallone da Taison al limite dell'area, viene fermato sul più bella da uno straordinario Fazio.

41' - Cross teso di Kolarov, che viene neutralizzato da Pyatov in uscita.

39' - Numero di Florenzi, bravo a saltare con una giocata due avversari. Il cross del terzino giallorosso viene intercettato da un avversario.

38' - Doppio cross di Nainggolan a cui seguono due respinte da parte della difesa ucraina. Sul rovesciamento di fronte Florenzi si becca un giallo per una trattenuta su Taison.

36' - Tenta il tiro da fuori Perotti ma la sfera si deposita a 2 metri di distanza dal palo.

35' - Sbaglia l'appoggio Kolarov, non trovando il movimento in profondità di Ünder.

33' - Angolo per la Roma, che si conclude con la conclusione dal limite di Nainggolan, respinta dalla difesa ucraina.

32' - Grande errore difensivo di Fazio che regala il pallone a Ferreyra. Lo stesso difensore argentino, però, riesce a recuperare e a far sbagliare l'attaccante avversario.

31' - Fallo di Nainggolan ai danni di Stepanenko. Guadagna minuti lo Shakhtar.

29' - Troppo frenetica la manovra della Roma che non riesce a proporsi con sufficiente decisione in avanti.

27' - Ci prova Taison dai 28 metri ma il pallone vola alto.

26' - Torna a far girare il pallone in mezzo al campo lo Shakhtar.

24' - Pericolosa la Roma sull'asse Perotti-Kolarov, con il serbo autore si un cross basso assai insidioso. Pyatov riesce a intercettare la sfera.

23' - Errore nel fraseggio da parte della squadra ospite. I giallorossi ripartono con una rimessa laterale.

22' - Sbaglia ancora un lancio Manolas, regalando la palla agli avversari.

20' - Non ha fretta di accelerare la giocata lo Shakhtar che preferisce far girare con calma il pallone.

18' - Sbaglia il lancio Fazio, buttando il pallone in una zona deserta.

17' - Bel lavoro di Marlos che porta a casa un calcio d'angolo, facendo salire i suoi.

15' - Qualche problemino per la Roma con Ünder che rimane per qualche secondo a terra a seguito di un contatto con un avversario.

14' - Ottima chiusura di testa di Fazio su un cross insidioso effettuato da Butko.

13' - Bravissimo Manolas a recuperare il pallone su Taison.

12' - Prova il cross Perotti ma Dzeko perde il tempo per arrivare all'impatto con il pallone.

11' - Dopo un buon avvio da parte dei padroni di casa ora la gestione del gioco sembra passata nei piedi della compagine ospite.

9' - Lungo fraseggio da parte dello Shakhtar che si conclude con un fallo di mano da parte di Florenzi all'altezza del vertice basso dell'area di rigore.

7' - Piccolo brivido per la Roma con Ismaily che viene fermato dopo una buona percussione dalla sinistra.

6' - Verticalizzazione improvvisa si De Rossi per Perotti. Anche questa volta, però, l'azione giallorossa viene fermata per una chiamata di fuorigioco da parte del guardalinee.

5' - Primo angolo della gara: lo batterà lo Shakhtar.

4' - Bella azione della Roma con Nainggolan che pesca in profondità Dzeko. Il bosniaco viene, però, pescato in fuorigioco.

2' - Si ferma il gioco per un fallo di Strootman su Marlos.

1' - I padroni di casa si affacciano subito dalle parti di Pyatov con Dzeko che, servito da Nainggolan, calcia troppo debolmente.

1' - Comincia la gara con i giallorossi che toccano il loro primo pallone.
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 1576
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

14/03/2018, 13:01

Pallotta: "La Roma mi ha fatto il regalo più bello che potessi immaginare".


«La Roma mi ha fatto il regalo più bello che potessi immaginare». Queste le parole del presidente dei giallorossi. James Pallotta, che ieri ha festeggiato il suo compleanno,
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 1576
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

15/03/2018, 14:14

Le tre fasi della Roma di Di Francesco.



Una Roma adulta, fatta di uomini. È questo quello che ci ha consegnato lo stadio Olimpico martedì scorso, al termine del match di Champions League vinto contro lo Shakhtar Donetsk, che ha coinciso con la qualificazione ai quarti di finale. La vittoria contro la compagine ucraina, infatti, è stata la consolidazione di un processo di maturazione cominciato il 4 febbraio scorso nella sfida contro l’Hellas e culminato con la vittoria al San Paolo contro il Napoli di 12 giorni fa.
Quello, dunque, che gli ultimi appuntamenti hanno evidenziato può essere assimilato al raggiungimento dell’età adulta da parte della squadra. D’altronde la Roma di Di Francesco sembrerebbe aver passato tre delle età della vita umana: la fase infantile, quella della adolescenza e quella della maggiore età. La prima fase, momento in cui i bambini si affidano totalmente alle cure e alle direttive del genitore, può essere ricondotta alla prima metà di stagione, periodo in cui i giallorossi hanno costruito gran parte del proprio cammino europeo (si ricordi il 3-3 in rimonta allo Stamford Bridge contro il Chelsea e il 3-0, sempre contro i Blues, all’Olimpico durante la fase a gironi), confermandosi altresì come squadra da tenere in seria considerazione anche all’interno del campionato. L’età adolescenziale, momento in cui i giovani ragazzi non ancora adulti tendono a discostarsi dai dettami genitoriali e a sentirsi fautori di grandi rivoluzioni caratteriali e non, la si rinviene dopo la vittoria del derby il 18 novembre scorso: da quel momento, infatti, la squadra è sembrata aver perso di colpo quelle certezze e quella solidità messa in mostra nella prima parte di stagione. Sintomatiche di quel periodo, infatti, furono le sole 3 vittorie, di cui quella contro il Qarabağ fondamentale per arrivare primi nel girone di Champions, in 12 partite tra campionato e coppe.
Dal 4 febbraio la Roma si sta rivelando una squadra adulta. Soprattutto contro il Napoli e contro lo Shakhtar, infatti, la squadra è apparsa a suo agio nel saper soffrire e nell’essere implacabile in zona gol. A confermare questa maturazione è stato lo stesso tecnico abruzzese martedì nel post Champions League: “Sono contento perché si è vista una squadra fatta di uomini, che hanno disputato quasi la partita della vita con un atteggiamento unico”.
Domenica contro il Crotone, dunque, il gruppo capitolino avrà l’occasione dare un altro segnale di maturità contro una squadra, sulla carta, decisamente più abbordabile e forse, proprio per questo, più difficile da affrontare.

Prossima partita: Crotone-Roma (domenica ore 15:00)
Probabile formazione (4-3-3): Alisson; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Lo. Pellegrini, Strootman, Nainggolan; Ünder, Dzeko, Perotti.
Ballottaggi: Florenzi/Peres, Ünder/Gerson, Perotti/El Shaarawy
Diffidati: -
Squalificati: De Rossi
Indisponibili: Karsdorp (rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro), Luca Pellegrini (frattura della rotula sinistra)
ROMANO ROMANISTA

Rispondi
  • Informazione
  • Chi c’è in linea

    Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite