AS ROMA 1927

In questa sezione potete parlare di tutto quello che volete a parte Football Hero
Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2368
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

11/02/2019, 13:24

Come cambia la Champions dagli ottavi: VAR e quarta sostituzione ai supplementari.



La Roma è stata sorteggiata con il Porto per la doppia sfida degli ottavi di Champions League. Ottavi che vedranno l’introduzione di alcune novità: si parte con l’introduzione della quarta sostituzione, possibile solo in caso di supplementari.
Non ci sarà inoltre alcun vincolo per i calciatori che abbiano già giocato in una competizione in Europea con un’altra maglia e questo potrebbe avere implicazioni sul mercato giallorosso.
La novità più interessante sarà però l’introduzione della VAR: l’UEFA a inizio dicembre si è finalmente decisa ad abbracciare la moviola in campo e il debutto avverrà proprio dagli ottavi di Champions. Sperando venga usata meglio, molto meglio, di quanto accada oggi.
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2368
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

12/02/2019, 15:01

Giudice sportivo - Zaniolo entra in diffida, squalificato Palacio.


Di seguito le decisioni del giudice sportivo, dott. Gerardo Mastrandrea, in merito alla quarta giornata del girone di ritorino.
Nicolò Zaniolo entra in diffida e, al prossimo cartellino giallo, sarà squalificato.
Il Bologna, prossimo avversario della Roma, dovrà rinunciare a Rodrigo Palacio, squalificato per una giornata dopo esser
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2368
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

12/02/2019, 15:03

Schick è volato a Barcellona per curare il problema al flessore.


Dopo aver subìto un infortunio al flessore della coscia sinistra, Patrik Schick è volato a Barcellona per farsi visitare nella clinica Corachan, dove già si erano recati negli scorsi mesi Pastore e Jesus. Come riportato da Il Corriere dello Sport, nella clinica catalana questo tipo di lesione viene curato con una tecnica speciale
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2368
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

12/02/2019, 15:04

Come, più che quanto.



È stato indubbiamente un mese e mezzo difficile quello che ha aperto il 2019 romanista. E la cosa paradossale è che i risultati c’entrano fino a un certo punto: scorrendo freddamente le gare giocate, l’unico segno in schedina che stona è quello di Firenze in Coppa Italia, con gli altri punteggi ottenuti dal 1° gennaio in poi senz’altro accettabili ex ante, probabilmente anche ex post. Il problema sorge andando a vedere il come: rimonta subita col Torino, altra rimonta subita contro l’Atalanta, cappotto storico a Firenze; aggiungi un mercato che prima era inevitabile e che invece è stato evitato, un paio di episodi di nervosismo ed ecco il mix perfetto per generare un malumore diffuso, esternato finanche a Verona (con modi, a dire il vero, abbastanza incomprensibili) dove la squadra ha invece convinto, pur con un avversario morbidissimo. Avversario morbidissimo che invece non sarà il Porto, probabilmente favorito ma comunque alla portata della migliore Roma, un po’ come fu lo Shakhtar Donetsk un anno fa. Dal doppio confronto con gli ucraini i giallorossi iniziarono un crescendo non solo in Champions League, ma anche in campionato dove una marcia incerta in inverno diventò sicura - seppur non da vertice - in primavera, con il terzo posto blindato con relativa agilità. La stessa cosa ha il compito di fare questa Roma, posto che in un doppio confronto di Champions League tutto può sempre accadere e, come già detto in precedenza, non si può basare un giudizio solamente sul punteggio: il come conterà tanto, sia a livello tattico, che - soprattutto - a livello mentale. E se in campionato la continua pressione fa sì che quest’ultimo aspetto possa essere ampiamente condizionato, in Europa si può giocare più liberi, anche perché il più - finanziariamente parlando - per questo bilancio è stato già fatto, con le cessioni di Alisson e Strootman e le prestazioni fornite nella prima fase. Martedì si scende in campo per mantenere vivo un sogno (a tutti gli effetti, visto che un anno fa si è toccato con mano come realtà), per incamerare altro denaro e per scacciare quel malumore che nasce dal come. Non dal quanto.
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2368
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

13/02/2019, 14:05

Marcano: "Non rimpiango la mia decisione di lasciare il Porto. Abbiamo le nostre armi, speriamo di passare il turno".


Dopo la vittoria per 2-1 sul Porto di ieri sera, Ivan Marcano, grande ex della gara, ha rilasciato alcune dichiarazioni a A Bola riguardo al suo passato in Portogallo e in vista della gara di ritorno. Eccole di seguito: "Non rimpiango mai le decisioni che ho preso nella mia vita. Ho lasciato lì grandi amici e parlo ancora molto con alcuni. O Dragao è sempre uno stadio difficile, ma abbiamo le nostre armi. Speriamo di passare, ma sarà il campo a dimostrare chi è più forte”.
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2368
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

14/02/2019, 14:50

Dzeko e Zaniolo nella Squadra della Settimana della Champions League.


Dopo l'importante vittoria contro il Porto per 2-1 nell'andata degli ottavi di Champions League, i due migliori giallorossi in campo, Dzeko e Zaniolo, quest'ultimo autore di una doppietta, sono stati inseriti dalla UEFA nella Squadra della Settimana della competizione.
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2368
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

15/02/2019, 13:54

Papalia: "Parnasi era scettico sulla costruzione dello stadio a Tor di Valle".



Gaetano Papalia, ex proprietario dei terreni di Tor di Valle su cui la Roma ha intenzione di far sorgere il nuovo stadio, è intervenuto ai microfoni di Centro Suono Sport.

Su Parnasi.
"Nella lettera che ho reso pubblica ho espresso tutto il mio disappunto sul piano personale nei suoi confronti. I suoi comportamenti oggi sono giustamente all’attenzione della Procura. Il progetto non aveva bisogno di corsie preferenziali, l’area è adibita alle attrezzature sportive e non ha bisogno di varianti e del piano regolatore generale. Ha una cubatura che gli consente la realizzazione dello stadio, si dovevano solo aggiungere dei metri cubi di compensazione che servivano a coprire i costi delle infrastrutture e basta. Lui ha sbagliato a pensare che questo potesse essere un volano per lui per poi costruire con forzature sulle piazze di Milano, Bari, Pescara, Catania, ecc.. Questi erano i suoi obiettivi inconfessabili".

A quando la prima pietra?
"La variante del piano regolatore dovrebbe arrivare a marzo. Alla convenzione urbanistica ci lavorano da parecchio, la firma è in arrivo. Il risultato si vorrà portare all’incasso politico e quindi prima delle elezioni europee. Credo che le carte verranno messe a posto prima di maggio ed essendo un privato ci sarà rapidità nell’inizio dei lavori. La previsione dell’apertura dei cantieri entro la fine dell’anno può essere rispettata. C’è stata strumentalizzazione nel parlare ad esempio del rischio idrogeologico, poi gli ambientalisti si sono accodati, ma dei 500 cavalli che hanno alloggiato li per 40 anni non si sono preoccupati. Berdini parlava delle idrovore, senza sapere che ce ne stanno due perfettamente funzionanti, dimostrando così di non esserci neanche stato a visitare quell’area. A Tor di Valle quando piove non c’è mai neanche un dito d’acqua".

C’è mai stato un altro progetto per quell’area?
"Sì. Agli inizi degli anni ’80 ci chiesero una tangente e lasciammo stare. C’era Gentilini, lo racconto in un libro che darò alle stampe tra qualche mese. Negli anni 2000 abbiamo avuto numerosi contatti, anche da rappresentanti Caltagirone. Prima di Parnasi ho avuto contatti dalla società Smart, indicata da Rosella Sensi. Io avevo proposto a loro prima di tutti di costruire lì lo stadio. L’idea c’era già. Parnasi voleva costruirci una specie di piccola Venezia. La Roma però già aveva pensato a costruirci lo stadio e lui era scettico. Quando venne fatta la valutazione delle famose 70 aree, lui non voleva mettere a disposizione quell’area. Quando è stata scelta, Unicredit voleva che ci fosse Parnasi a valorizzare l’area perché aveva qualche debito con la banca".
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2368
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

16/02/2019, 14:44

Schick out, Perotti in, Ünder "back soon": un fantastico via vai.



Traffico. Quando si tratta di Roma viene abbinato a una sorta di piaga della città. Spostandoci nei pressi di Trigoria, invece, Di Francesco, può essere felice di aspettare. Chi? In una sorta di porta girevole, i reduci dagli infortuni. Questa volta si sono fermati Karsdorp e Schick ma, soprattutto nel reparto offensivo, il mister riscopre l'abbondanza: Dzeko, El Shaarawy, Kluivert, Zaniolo e Florenzi. A questi, vanno aggiunti i rientranti Perotti (finalmente in gruppo) e Ünder (il suo "back soon" su Instagram lascia pochi dubbi). Schick a questo punto può recuperare con calma. Se poi si aggiunge che quasi tutti i calciatori sopracitati siano tatticamente duttili e interscambiabili, ecco come la Roma abbia una piacevole e sana concorrenza. I posti in attacco però sono solo tre, saranno allora gli allenamenti (aspetto caro al tecnico) a mettere in difficoltà Di Francesco. Fare bene nelle prossime partite con Bologna e Frosinone per strappare un posto da titolare contro Lazio e Porto, la missione è questa. C'è chi parte ovviamente avvantaggiato e chi meno, il tempo per recuperare ancora c'è e il calendario si farà sempre più fitto, offrirà tutte potenziali finali. Corsa al 4° posto e obiettivo quarti di finale di Champions League, c'è poco da scherzare: per questo sarà fondamentale avere il miglior undici in ogni momento. La base (e la rosa) c'è. Previsti finalmente molti ingorghi nei pressi di Trigoria, arriveranno in tempo solo quelli più veloci a sfruttare gli spazi. Gli altri faranno tardi all'appuntamento con la Roma.

Prossima partita: Roma-Bologna, lunedì 18 febbraio ore 20:30
Probabile formazione (4-3-3): Olsen; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Cristante, De Rossi, Lo. Pellegrini; Zaniolo, Dzeko, El Shaarawy.
Ballottaggi: De Rossi/Nzonzi, Kluivert/El Shaarawy.
In dubbio: Ünder.
Indisponibili: Schick, Karsdorp.
Diffidati: Fazio, Zaniolo.
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2368
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

17/02/2019, 13:12

Turnover tra Bologna e Frosinone.


Come riferito da Il Corriere della Sera, Nicolò Zaniolo riposerà in una delle gare tra quella di domani, contro il Bologna, e di sabato prossimo, contro il Frosinone. Così come riposerà in una delle due partite anche Manolas mentre si alterneranno De Rossi e Nzonzi.
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2368
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

18/02/2019, 14:43

Roma-Bologna - I duelli del match.



La Roma continua il suo percorso in campionato, 6 giorni dopo la vittoria sul Porto per 2-1. All'Olimpico arriva il Bologna reduce da 4 punti in 2 partite da quando Mihajlovic ha sostituito Filippo Inzaghi: una sfida da non sottovalutare per rimanere sul treno Champions.

Come di consueto, Vocegiallorossa.it vi propone i duelli che potrebbero decidere il match.

FAZIO-SANTANDER - Un giocatore che sta facendo difficoltà a trovare se stesso, Fazio, e uno che, arrivato in Italia da semi-sconosciuto, ha segnato 6 gol, tenendo a galla il Bologna nella lotta per non retrocedere, ossia Santander. Entrambi i calciatori fanno del gioco aereo l'arma migliore, dunque sarà una sfida basata soprattutto sullo scontro fisico, tutta sudamericana. Nella gara di andata, in cui la Roma perse male per 2-0, il paraguaiano segnò il suo primo gol in Serie A.

PELLEGRINI-POLI - Il numero 7 giallorosso è reduce da un'altra grande partita contro il Porto in Champions League, difficilmente scende sotto la sufficienza negli ultimi mesi. Con il ritorno al 4-3-3 è tornato nel ruolo di mezzala che conosce più di tutti gli altri (essendo alla sua quarta stagione con Di Francesco), e grazie alla sua crescita tecnico-tattica è sempre un pericolo per le squadre avversarie. Tuttavia, avrà di fronte un calciatore d'esperienza che, a sua volta, grazie alle sue doti prettamente difensive, è sempre uno dei migliori dei suoi. Per Pellegrini potrebbe non essere una serata semplice, ma lo stesso vale per il centrocampista rossoblù.

KLUIVERT-MBAYE - Complice qualche problema fisico per Stephan El Shaarawy, Justin Kluivert è pronto a riprendersi la fascia sinistra dal primo minuto, cosa che non accade da circa un mese, ossia dalla sfida del 19 gennaio contro il Torino all'Olimpico. Sempre tra le mura amiche, tornando indietro ancora di un mese, al 16 dicembre, segnò il suo primo gol in Serie A contro il Genoa. Il giocatore stesso, così come Di Francesco e tutti i tifosi giallorossi, si augurano che possa sfruttare al meglio la sua chance e magari tornare al gol, ma per farlo dovrà approfittare delle disattenzioni che più volte durante ogni partita commette Mbaye.
ROMANO ROMANISTA

Rispondi
  • Informazione
  • Chi c’è in linea

    Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite