AS ROMA 1927

In questa sezione potete parlare di tutto quello che volete a parte Football Hero
Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2226
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

26/04/2019, 14:44

La cura Ranieri: il ritorno della difesa per la Champions.



La Roma ha chiuso la porta. Adesso gli attaccanti devono bussare prima di entrare, non hanno più la strada spianata come qualche partita fa. Migliorano i singoli, migliora il collettivo: è tutto una conseguenza. Prima la strada verso Olsen era perfetta, ora per arrivare da Mirante ci sono prima tanti ostacoli da superare. Sia chiaro, la motivazione non è solo il cambio di portiere. Ranieri ha portato semplicità e attenzione difensiva, squadra più bassa: prima di tutto non prenderle. "Tanto un gol lo facciamo sempre", il mantra dell'eroe di Leicester. Sorridono allora Fazio e Juan Jesus, due giocatori nuovi rispetto al passato. Il loro rendimento, soprattutto quello dell'argentino, è finalmente più vicino a quello della passata stagione. In leggera ripresa anche Marcano, impiegato spesso però lontano dal cuore della difesa. Solo Manolas - c'erano dubbi? - non ha cambiato ritmo e rendimento. Il greco era una garanzia prima ed è lo stesso adesso. Al massimo fa notizia quando commette un errore. I risultati si sono visti, dopo un po' di pazienza. Mirante ha tenuto inviolata la porta per due partite di fila (Sampdoria e Udinese), cosa mai accaduta in questa stagione. Meglio tardi che mai. Bene anche a Milano contro l'Inter, nonostante il forfait in extremis di Manolas. Fazio e Juan Jesus hanno infatti retto, rendendo ogni pallone difficile sia a Lautaro che al subentrato Icardi. In fondo i risultati si ottengono con le difese, soprattutto in un calcio tattico come quello italiano. Fondamentale allora continuare la serie contro il Cagliari, chiudendo ancora la porta di Mirante. La corsa Champions passerà soprattutto da qui, dalla retroguardia. Prima di tutto non prenderle, ribadire il concetto. Perché tanto, prima o poi, la Roma il gol lo fa. Ranieri dixit.

Prossima partita: Roma-Cagliari (sabato ore 18:00)
Probabile formazione (4-4-2): Mirante; Florenzi, Manolas, Fazio; Kolarov; Kluivert, Nzonzi, Pellegrini, El Shaarawy; Schick, Dzeko
Ballottaggi: Manolas/Marcano/Jesus, Kluivert/Ünder
In dubbio: -
Indisponibili: Santon, De Rossi.
Diffidati: Florenzi, Schick.
Squalificati: Cristante, Zaniolo
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2226
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

27/04/2019, 14:45

Roma-Cagliari - I duelli del match.




Continua la corsa alla Champions League della Roma, che ospita il Cagliari con l’obiettivo di issarsi in quarta posizione in attesa degli impegni delle concorrenti.

Come di consueto, Vocegiallorossa.it vi propone i duelli che potrebbero decidere la sfida.

FAZIO-PAVOLETTI - Il rendimento dell’argentino - come facilmente prevedibile, viste le sue caratteristiche - è migliorato dall’avvento in panchina di Claudio Ranieri, che tiene la squadra più bassa limitando le corse all’indietro dei difensori, specie di Fazio il cui punto debole è proprio la velocità. Il suo aspetto migliore è invece quello aereo: una recente indagine del CIES ha certificato come il numero 20 giallorosso fosse il terzo difensore in Italia per duelli aerei vinti. Ma ci sarà pane per i suoi denti: Leonardo Pavoletti ha segnato 24 dei suoi 47 gol in Serie A di testa, più della metà.

KLUIVERT-LUCA PELLEGRINI - A dare rifornimento all’acquisto più costoso della storia dei sardi ci sarà l’ex della sfida, quel Luca Pellegrini che col Cagliari ha già raccolto 9 presenze in campionato, vedendo il campo molto più di quanto avrebbe fatto rimanendo a Roma. I più sognatori pensavano a una possibile, giovanissima, catena di sinistra composta da lui e Justin Kluivert: magari ci sarà tempo in futuro, nel frattempo l’olandese giocherà un’altra volta a destra e dovrà cercare di sfruttare il vantaggio numerico dovuto al modulo per, almeno, limitare l’azione del suo ex compagno di squadra.

DŽEKO-PISACANE - Tornato al gol in casa nell’ultima occasione contro l’Udinese, Edin Džeko vuole, magari, aprire una serie opposta, aiutando la Roma a conquistare punti preziosi per la corsa-Champions. Importante sarà il mismatch fisico con uno dei due centrali di difesa rossoblu, vale a dire Fabio Pisacane, 15 centimetri meno alto del bosniaco (178 a 193). Il difensore di Napoli, oltretutto, fu uno dei più amareggiati nell’ultimo precedente, vinto dalla Roma all’ultimo respiro con un gol - poi convalidato dal VAR - di Fazio.
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2226
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

28/04/2019, 15:07

De Rossi punta il Genoa, ma senza rischiare.


La Roma, contro il Genoa (domenica 5 maggio ore 18:00), potrebbe ritrovare il suo Capitano. Sono due i giorni di riposo concessi da Ranieri dopo al vittoria sul Cagliari, dunque gli allenamenti ricominceranno martedì: De Rossi proverà a recuperare dalla lesione muscolare durante questa settimana, ma senza correre rischi, dato che nella trasferta ligure rientreranno anche e Cristante e Zaniolo a centrocampo, scontate le squalifiche. Se per Genova il numero 16 non ce la dovesse fare, obiettivo la sfida casalinga contro la Juventus del 12 maggio.
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2226
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

29/04/2019, 15:01

De Rossi corre verso il Genoa. Tornano Cristante e Zaniolo: le scelte a centrocampo.



Dopo aver ritrovato la vittoria in casa contro il Cagliari, gli uomini di Claudio Ranieri torneranno domani al lavoro nella settimana che li condurrà al Luigi Ferraris domenica alle ore 18:00, dove affronteranno il Genoa di Cesare Prandelli. Nella gara contro i sardi, il tecnico romano ha dovuto fare a meno di Zaniolo, Cristante e De Rossi, tre dei migliori uomini a centrocampo per rendimento. Per ovviare a queste assenze, si è rivisto sul terreno di gioco dal primo minuto Javier Pastore, calciatore in ombra per larghi tratti dell'annata romanista. L'argentino ha tirato fuori dal cilindro alcune delle giocate per cui è stato comprato, aiutando la manovra con la collaborazione di Nzonzi e Pellegrini, quest'ultimo nell'insolito ruolo di mediano davanti alla difesa.

Per la trasferta di Genova dunque saranno in sei per tre maglie: Nzonzi, Cristante, De Rossi, Pellegrini, Zaniolo e Pastore.
Partiamo dal modulo: l'ipotesi più plausibile al momento è che Ranieri, vista l'ottima prestazione generale della squadra (lui stesso nel post partita l'ha definita la miglior gara dal suo ritorno), possa confermare il 4-2-3-1. I triangoli da comporre sono infiniti con Nzonzi, Cristante, De Rossi (anche se per il ritorno in campo dal primo minuto del numero 16 si potrebbe dover attendere Roma-Juventus) ed eventualmente Pellegrini in grado di giocare in mediana; lo stesso Pellegrini, Zaniolo e Pastore ideali per il ruolo di trequartista. Vediamo i tre più probabili:

NZONZI-CRISTANTE, PASTORE: il francese in questo momento garantisce ai giallorossi la gestione del pallone con passaggi semplici ma intelligenti, posizionandosi sempre nel posto giusto per ricevere dai compagni. L'ex Atalanta è uno dei più costanti in rosa per minutaggio (Ranieri lo ha sempre schierato dall'inizio) e prestazioni, il turno di riposo forzato può avergli fatto recuperare delle energie preziose in vista del finale di stagione. Dopo una gara esaltante come quella di sabato scorso, el flaco merita una conferma ed un'altra occasione da titolare.

PELLEGRINI-CRISTANTE, ZANIOLO: dopo un periodo di rodaggio post infortunio, Lorenzo Pellegrini ha ricominciato a disegnare calcio non tralasciando i compiti di copertura, aspetto fondamentale per la compattezza richiesta da Ranieri. Zaniolo, come Cristante, ha scontato la giornata di squalifica ed è reduce da un periodo non brillante. Per un ragazzo della sua età, la fiducia rappresenta spesso un elemento fondamentale per la crescita, motivo per cui è da tenere in considerazione la sua candidatura.

NZONZI-CRISTANTE, ZANIOLO: scelta più conservativa rispetto alla precedente, con due terzi del centrocampo formato Cagliari in campo e la trequarti affidata all'estro del classe '99.

L'ALTERNATIVA - Fino ad ora abbiamo preso in considerazione solamente schieramenti con il 4-2-3-1, ma non è da escludere la possibilità di vedere la Roma scendere in campo contro il Genoa con il 4-4-2, modulo apprezzato da Ranieri ed il suo staff. Seguendo questa via, dei sei calciatori presi in considerazione nei ballottaggi, potrebbero partire dall'inizio anche in quattro. La coppia di centrali sarebbe Nzonzi-Cristante, con Zaniolo che potrebbe slittare sulla fascia (anche se Ranieri lo preferisce da mezz'ala), assicurando sacrificio e corsa in fase difensiva. Inoltre, uno tra Pellegrini e Pastore potrebbe ricoprire il ruolo di seconda punta in appoggio a Dzeko, con una sorta di 4-4-1-1.
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2226
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

30/04/2019, 15:00

BOLLETTINO MEDICO - Lesione di primo grado all'adduttore per Kluivert, in dubbio per Genova.


Brutte notizie da Trigoria. Si è fermato Justin Kluivert. L'olandese, uno dei migliori nella sfida contro il Cagliari, ha riportato una lesione di primo all'adduttore destro (rimediata contro i sardi). Il calciatore ha già svolto gli esami strumentali ed è in dubbio per la prossima trasferta di Genova, contro i padroni di casa del Genoa.
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2226
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

01/05/2019, 14:38

Alessio: "Conte intrigato dalla Roma anche senza Champions".



Angelo Alessio, storico vice di Antonio Conte, ha parlato della possibilità di vedere il tecnico salentino sulla panchina della Roma:

«È un allenatore che tutti vorrebbero avere alla guida della propria squadra. Antonio ha sempre detto “Vado dove c’è un progetto valido, a lungo termine e con garanzie”. Lui vuole un progetto che poi lo porti a vincere, non a rimanere a galla. La Roma ha in cantiere lo stadio, ha tanti progetti che vuole portare avanti e una squadra giovane: perché no? È un progetto che può tenere in considerazione. Antonio è aperto a varie possibilità, l’importante è che ci siano garanzie. Antonio è intrigato da un progetto Roma, anche in caso di mancata qualificazione alla Champions League. Non c’è preclusione».
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2226
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

02/05/2019, 15:14

Missione doppietta al Ferraris: serve una Roma da scudetto.


Domenica la Roma sarà di scena sul campo del Luigi Ferraris di Genova, uno degli stadi dove i giallorossi, storicamente, faticano di più: appena 10 successi con la Sampdoria e altrettanti con il Genoa, per un totale di 20 in 112 tentativi complessivi. Da Genova, dal gol di De Rossi e dalla vittoria contro la squadra di Marco Giampaolo (che in casa blucerchiata mancava da quasi sei anni) è ripartita la corsa al quarto posto della Roma di Claudio Ranieri, che ha ancora nel Ferraris uno dei due ostacoli di rilievo proposti dal calendario da qui alla fine della stagione: una gara in cui i giallorossi dovranno essere all’altezza di una squadra scudettata e una quasi scudettata, almeno per quanto riguarda le statistiche. Solamente nelle stagioni 1983/1984 (quando i giallorossi di Liedholm esibivano il tricolore sulle maglie) e 2007/2008 (quando la squadra di Spalletti sfiorò il titolo nel duello contro l’Inter), infatti, la Roma è riuscita a vincere entrambe le partite di campionato giocate nel capoluogo ligure contro Genoa e Sampdoria. Metà del lavoro è stato fatto, l’altra metà rischia di avere un peso specifico più che considerevole.

I PRECEDENTI CONTRO GENOA E SAMPDORIA NELLO STESSO CAMPIONATO DI SERIE A

1946/1947: Genoa-Roma 3-0, Sampdoria-Roma 4-0
1947/1948: Genoa-Roma 2-4, Sampdoria-Roma 2-1
1948/1949: Genoa-Roma 1-0, Sampdoria-Roma 2-0
1949/1950: Genoa-Roma 2-1, Sampdoria-Roma 4-1
1950/1951: Genoa-Roma 2-2, Sampdoria-Roma 1-0
1953/1954: Sampdoria-Roma 2-1, Genoa-Roma 1-0
1954/1955: Sampdoria-Roma 1-1, Genoa-Roma 1-0
1955/1956: Genoa-Roma 3-3, Sampdoria-Roma 1-0
1956/1957: Genoa-Roma 1-1, Sampdoria-Roma 1-0
1957/1958: Sampdoria-Roma 3-1, Genoa-Roma 4-2
1958/1959: Genoa-Roma 2-2, Sampdoria-Roma 0-0
1959/1960: Sampdoria-Roma 3-0, Genoa-Roma 1-0
1962/1963: Genoa-Roma 2-2, Sampdoria-Roma 0-0
1963/1964: Genoa-Roma 3-0, Sampdoria-Roma 0-2
1964/1965: Sampdoria-Roma 1-0, Genoa-Roma 0-0
1973/1974: Genoa-Roma 2-1, Sampdoria-Roma 0-0
1976/1977: Genoa-Roma 2-2, Sampdoria-Roma 1-0
1982/1983: Sampdoria-Roma 1-0, Genoa-Roma 1-1
1983/1984: Sampdoria-Roma 1-2, Genoa-Roma 0-2
1989/1990: Genoa-Roma 0-2, Sampdoria-Roma 4-2
1990/1991: Genoa-Roma 3-0, Sampdoria-Roma 2-1
1991/1992: Genoa-Roma 1-1, Sampdoria-Roma 1-1
1992/1993: Genoa-Roma 0-0, Sampdoria-Roma 2-2
1993/1994: Genoa-Roma 2-0, Sampdoria-Roma 0-1
1994/1995: Genoa-Roma 1-0, Sampdoria-Roma 3-0
2007/2008: Genoa-Roma 0-1, Sampdoria-Roma 0-3
2008/2009: Genoa-Roma 3-1, Sampdoria-Roma 2-2
2009/2010: Genoa-Roma 3-2, Sampdoria-Roma 0-0
2010/2011: Sampdoria-Roma 2-1, Genoa-Roma 4-3
2012/2013: Genoa-Roma 2-4, Sampdoria-Roma 3-1
2013/2014: Sampdoria-Roma 0-2, Genoa-Roma 1-0
2014/2015: Sampdoria-Roma 0-0, Genoa-Roma 0-1
2015/2016: Sampdoria-Roma 2-1, Genoa-Roma 2-3
2016/2017: Genoa-Roma 0-1, Sampdoria-Roma 3-2
2017/2018: Genoa-Roma 1-1, Sampdoria-Roma 1-1
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2226
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

03/05/2019, 15:09

Stadio, Malagò: "È indispensabile che le date siano certe".



Il Presidente del Coni, Giovanni Malagò, è intervenuto nel corso della presentazione della Race for the Cure, evento benefico che si terrà nella Capitale dal 16 al 19 maggio.

Presidente, lei ha avuto modo di incontrare Virginia Raggi: avete parlato della questione Stadio della Roma?
“Onestamente abbiamo parlato sì, ma non di questa situazione. Quello che penso personalmente ormai lo sapete. Lo stadio della Roma rientra in una situazione globale, come quella di San Siro, oppure quella di Cagliari, Firenze e tante altre. Ci sono amministrazioni che hanno meno vincoli oppure dove il progetto è meno complesso e che quindi riescono a tagliare il traguardo prima. Dico che è indispensabile che le date siano certe e questa garanzia può darla, ad esempio, la candidatura per l’Europeo 2028, perché lì non si scappa. O le opere a quel punto le metti nel dossier o no, così si evitano molte problematiche e il fatto che alcune amministrazioni locali possano, anche a ragione, prendersela comoda. Bisogna evitare il più possibile che le situazioni si impantanino“.
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2226
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

04/05/2019, 15:23

Tottenham in pressing su Zaniolo.


Secondo quanto riportato da Rai Sport, il Tottenham vuole fortemente Nicolò Zaniolo. Il club di Londra è pronto ad offrire alla Roma 60 milioni di euro. Nel frattempo, i giallorossi sono in trattativa con il numero 22 per l'adeguamento contrattuale.
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2226
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

05/05/2019, 15:10

Genoa-Roma - I duelli del match.



Nella quartultima giornata di Serie A, la Roma, a caccia di punti che possono valere l’accesso alla prossima Champions League, è ospite del Genoa, impelagato nella lotta per non retrocedere.

Come di consueto, Vocegiallorossa.it vi offre i duelli che potrebbero decidere la partita.

FAZIO-LAPADULA - Ballottaggio a tre per un posto accanto a Kouamé nell’attacco del Genoa: tra l’ex giallorosso Sanabria, l’ex biancoceleste Pandev dovrebbe invece Gianluca Lapadula a spuntarla. L’ex attaccante del Milan fu protagonista, nel precedente dello scorso anno, dell’episodio che costò il successo alla Roma, vale a dire lo schiaffo di De Rossi che significò rigore, espulsione e trasformazione dello stesso Lapadula per l’1-1, gol bissato anche nella gara di ritorno all’Olimpico. Tipico attaccante italiano di questi tempi, molto attento ad attaccare la profondità, potrebbe creare problemi a Federico Fazio, qualora fosse lui il bersaglio delle sue sgroppate: l’argentino dovrà far valere il suo posizionamento, dote riemersa in quest’ultimo periodo con una fase difensiva più accorta in grado di proteggerlo, per evitare guai a Mirante.

EL SHAARAWY-LAZOVIC - Stephan El Shaarawy continua a essere l’uomo più in forma della Roma, nonostante non abbia segnato nello scorso turno al Cagliari: otto giorni fa Ranieri lo ha sostituito proprio nel momento in cui il Faraone aveva iniziato a carburare, come se si volesse tenere i suoi gol per quando sarebbero serviti maggiormente, visto che si era già sul 2-0. Giocherà ancora dall’inizio, su un campo dove, con la Roma, ha già segnato due volte da ex, partendo dal lato sinistro - sfruttando, quindi, l’incrocio di modulo per avere superiorità numerica combinando con Kolarov - per accentrarsi. A fare da guardia ci sarà Darko Lazovic, che avrà invece il compito di coprire l’intera corsia da solo e che due anni fa fu a un passo dal negare alla Roma l’accesso diretto alla fase a gironi di Champions League: in quel 28 maggio la sua zuccata sul cross di Laxalt rischiò di essere decisiva. Poi ci pensò Perotti.

DŽEKO-RADU - Potevano essere compagni di squadra Ionut Radu ed Edin Džeko: non è un mistero - tant’è che è stato lo stesso Monchi a svelarlo - che il portiere rumeno fosse una delle richieste fatte all’Inter come parziale contropartita per Radja Nainggolan, con il Genoa che però lo aveva già “prenotato”, pagandolo ben 8 milioni di euro. Il numero 97 ha poi confermato le comunque discrete attese che c’erano su di lui, facendo bene in questa stagione al Grifone, cosa che non ha fatto - almeno a livello realizzativo Edin Džeko, a cui rimangono 4 partite, questa compresa, per cercare di raggiungere almeno la doppia cifra di realizzazioni in campionato. Per ora è a quota 8, di cui 7 fuori casa: caviglia permettendo, è il momento di aumentare lo score.
ROMANO ROMANISTA

Rispondi
  • Informazione
  • Chi c’è in linea

    Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite