F.C FIORENTINA

In questa sezione potete parlare di tutto quello che volete a parte Football Hero
Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2298
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

13/12/2018, 15:14

VERETOUT, Cambia agente: si affida a Giuffredi.


Cambio di procuratore per il centrocampista della Fiorentina, Jordan Veretout. Il calciatore francese ha deciso di affidare i suoi interessi all’agente Mario Giuffredi. Profilo apprezzato da tante squadre, monitorato sul mercato da diversi club. Intanto c’è il cambio di agente. Veretout si affida a Mario Giuffredi che di giocatori viola ha già Laurini e Biraghi come suoi assistiti.
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2298
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

14/12/2018, 14:59

SPORTMEDIASET, I viola non riscatteranno Pjaca.


La Fiorentina pare avere tutte le intenzioni di "scaricare" Marko Pjaca, attaccante classe 1995 della nazionale croata attualmente in prestito con diritto di riscatto dalla Juventus: secondo quanto riportato da Sportmediaset, i viola non sarebbero interessati a spendere 20 milioni di euro per trattenere il giocatore a Firenze, e, anzi, sarebbero intenzionati a rispedirlo alla Juve già a gennaio.
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2298
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

15/12/2018, 15:00

PIOLI, DOMANI 3 PUNTI PESANTI. PJACA REAGISCA, NORGAARD.



L'allenatore della Fiorentina Stefano Pioli presenta in conferenza stampa il derby di domani con l'Empoli. Di seguito le sue parole.

Sul suo stato d'animo: "Non è importante come sto io, ma come sta la squadra. Ad oggi sono ancora più felice e motivato rispetto ad un anno fa. E sono consapevole che quella di domani è una gara importante. I miei giocatori hanno lavorato in settimana con la giusta motivazione".

Sull'Empoli e la partita di domani: "Non me ne voglia Iachini, ma non ho voglia di parlare dell'Empoli. Devo pensare alla mia squadra e a mettere in campo le formazione giusta. Abbiamo preparato delle situazioni che penso possano portarci dei vantaggi durante la partita. Vogliamo ripartire dagli ultimi 15 minuti della gara col Sassuolo"

Su Simeone: "Il gol per Giovanni è stato molto importante. In settimana ha lavorato bene, è tornato il giocatore voglioso e determinato che conosciamo".

Su Norgaard: "Domani giocherà uno tra Norgaard e Dabo. Stanno bene entrambi e sono disponibili".

Su Pjaca: "Dal punto di vista psicologico deve avere una reazione. Le sue qualità non si possono discutere, ma il suo rendimento al momento è al di sotto delle aspettative. Deve guardarsi dentro e reagire".

Sul sostegno dei tifosi: "Per me è scontato che il tifoso ami maglia, società e tifosi, soprattutto in un momento delicato. Sono convinto che i nostri sostenitori non smetteranno di tifare per tutti i 90 minuti, quindi non c’è bisogno di un appello speciale in vista del match con l'Empoli".

Sulla presenza della proprietà: "Ci è sempre vicina, la presenza dei DV è sempre importantissima. Diego Della Valle ci ha ribadito anche ultimamente la fiducia nel nostro lavoro e la volontà di portare avanti questo progetto a medio-lungo termine".

Su Iachini: "Ho tanti ricordi legati a Beppe, è il giocatore con cui ho condiviso più esperienze in carriera".

Sul momento decisivo: "Sappiamo tutti che la partita con l'Empoli sarà importantissima, in palio ci sono tre punti pesanti. Non so se sia la gara più importante da quando sono a Firenze, non credo che possa essere già decisiva per il nostro futuro e il nostro obiettivo finale. L'ambizione resta quella di migliorare lo scorso campionato".

Sull'incontro coi tifosi: "Hanno parlato benissimo, rimarcando il rapporto con questa squadra. Ci hanno chiesto il massimo, dicendo che i primi 60 minuti col Sassuolo non hanno mostrato la vera Fiorentina. Ci hanno sostenuto e sono con noi. E ci hanno detto anche un'altra bella cosa, di non ascoltare troppo la stampa".

Sulla difesa: "Nelle ultime due partite subire sei gol per noi è stata una novità. Sicuramente alcune coperture non hanno funzionato come volevo".

Sugli errori da non commettere: "Noi siamo una squadra che non può giocare senza ritmo. Il Sassuolo ha palleggiato più di noi, bisogna prendersi qualche rischio in più con più qualità e personalità. È successo solo negli ultimi 15 minuti della gara di Reggio Emilia".

Sul problema della Fiorentina: "Non abbiamo vinto due partite che dovevamo vincere, le due trasferte con Frosinone e Bologna. Se avessimo vinto quelle due sfide, i giudizi ora sarebbero diversi. Questo ci ha tolto un po' di convinzione e fiducia, la squadra nelle ultime gare è stata meno aggressiva, intensa e spensierata. Le prestazioni però, a parte il primo tempo col Torino e i primi 60 minuti col Sassuolo, non sono mai mancate".

Sulla classifica: "È ancora molto corta, ma penso che avremmo meritato qualche punto in più per quanto fatto finora".
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2298
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

16/12/2018, 14:58

LAURINI, Oggi gara difficile dobbiamo stare attenti.


Il terzino viola Vincent Laurini ha parlato così a Sky Sport a pochi minuti dal calcio d'inizio contro la sua ex squadra: "Mi fa molto piacere sfidare l'Empoli perché ritrovo una squadra che mi ha lanciato nel calcio che conta. L'Empoli ts facendo molto bene ultimamente e sarà una gara molto difficile e dobbiamo stare davvero attenti".
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2298
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

17/12/2018, 14:41

LA SVOLTA TATTICA DI PIOLI, BENEFICI E FUTURO.


La Fiorentina torna a sorridere, un sorriso ancora timido e insicuro ma di chi sa che ha ripreso quella strada smarrita il 30 settembre. Lasciamo stare il dito alzato per zittire le critiche (non certo la curva), con i compagni bravi a riprendere il Cholito: "Pezzella mi ha preso per il collo" racconta poi il figlio d'arte ridendoci sopra, ormai sbolliti rabbia ed imbarazzo generale e chiesto scusa, dopo essersi conto che l'aveva fatta grossa. Di sicuro da Reggio Emilia la fortuna ha ripreso a girare per Simeone, abbandonato per oltre due mesi dal fato, ma in questa partita è emerso che anche il modulo ha avuto il suo merito. Pioli cambia spesso durante le gare, intendiamoci, ma ieri, con una squadra rimaneggiata e un Empoli schierato con il 3-5-2, è partito deciso con la difesa a tre, Chiesa arretrato rispetto al solito sulla linea del centrocampo ma poi libero di accentrarsi e avanzare e Benassi dietro le due punte in una specie di 3-4-1-2. Simeone in particolare sembra aver beneficiato della vicinanza di una punta esperta come Mirallas ed evidentemente in forma come lui visto che entrambi hanno segnato sia a Reggio che ieri contro l'Empoli. Risultato: assist e gol per Simeone, gol per Mirallas. Il terzo gol invece è stato sempre di un centrocampista ma anziché di Benassi (nonostante fosse più avanzato), è stato di Dabo, che ha allargato la cooperativa del gol. Un modulo che non ha esaltato certo Norgaard e Gerson, non a caso i peggiori nelle valutazioni della stampa, ma a loro discolpa va detto che il primo non aveva mai giocato se non uno spezzone alla prima partita, il secondo sta cambiando spesso ruolo e da regista-mediano non si era ancora espresso pur con la valutazione positiva di esperti di calcio sudamericano (vedi l'intermediario di mercato che vive per buona parte dell'anno in Brasile, Sabatino Durante, che è stato il primo a indicarlo proprio a Firenzeviola in quella posizione). Chi esce con le ossa rotta da questo modulo è Marko Pjaca ma forse è stato buttato nella mischia troppo presto, prima che si ambientasse davvero con la squadra. Magari guardando dalla panchina in Mirallas quello che Pioli vuole dall'attaccante saprà farsi trovare pronto, inutile insistere ora. Un po' più sacrificato Chiesa che, a tutta fascia, alla fine era stremato ma la crescita passa anche da queste partite di sacrificio. Con il rientro dalle squalifiche di giocatori con altre caratteristiche (Veretout, Edimilson, Milenkovic) chissà se Pioli vorrà puntare ancora su questo schema di gioco (che poi nell'arco della partita cambia anche a seconda della fase di possesso o non possesso) o tornerà al 4-3-3. Anche se Veretout, Edimilson e Milenkovic nel 3-4-1-2 possono giocare benissimo.
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2298
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

18/12/2018, 15:11

MEDIANA DA RECORD: È SEMPRE PIÙ LEADER IN A PER RETI FATTE.



Almeno per quanto riguarda il contributo della mediana, la Fiorentina può dormire ancora sonni tranquilli. In attesa infatti che anche sabato a San Siro Simeone e Mirallas diano conferma della loro ritrovata verve realizzativa, dopo le quattro reti complessive messe a segno contro Sassuolo ed Empoli, le note migliori continuano ad arrivare dal centrocampo, dove domenica scorsa nel derby i viola si sono confermati come la squadra con il miglior reparto mediano di tutta la Serie A. Sulla base, sia chiaro, di quello che è il contributo di Benassi e compagni in fatto di gol.

Grazie al 3-1 messo a segno da Dabo, un siluro dalla distanza che ha messo il punto esclamativo sulla crisi viola, la Fiorentina non solo ha mandato in gol il suo 10° marcatore stagionale (è quasi un record dopo 16 giornate) ma ha trovato anche l’undicesimo sigillo a firma di un centrocampista. Prima del burkinabè erano infatti andati in rete nel corso di questo campionato Benassi (6 gol), Veretout (3, tutti su rigore) e Gerson (1, alla seconda giornata con il Chievo). Facendo due conti, la linea mediana di Pioli ha fin qui contribuito a oltre il 45% dei gol realizzati dalla Fiorentina, che in questa speciale classifica è sempre più leader tra i venti club di Serie A.

Tanto per fare un esempio, analizzando i numeri collezionati dai centrocampi delle prime attuali undici formazioni di A, si scopre che alle spalle della Fiorentina (in testa con 11 gol) segue in lontananza il Napoli al 2° posto con 7 reti. Medaglia di bronzo per tre squadre che si attestano a quota 6 gol prodotti dalla mediana, ovvero Milan (che però deve ancora giocare stasera), Torino e Juventus. Staccate, infine, tutte le altre. Ecco, nel dettaglio, la classifica completa:

LE RETI ARRIVATE DAL CENTROCAMPO NELLE PRIME FORMAZIONI DI SERIE A:

Fiorentina 11 (Benassi 6, Veretout 3, Gerson 1, Dabo 1)
Napoli 7 (Zielinski 3, F. Ruiz 3, Rog 1)
Juventus 6 (Bentancur 2, Matuidi 2, Khedira 1, Pjanic 1)
Milan 6 (Bonaventura 3, Kessie 3)
Torino 6 (Baselli 3, Meite 2, Rincon 1)
Inter 5 (Gagliardini 2, Brozovic 2, J. Mario 1)
Lazio 5 (Parolo 3, Cataldi 1, Milinkovic-Savic 1)
Roma 5 (Cristante 3, Pellegrini 1, Nzonzi 1)
Parma 2 (Rigoni 1, Barillà 1)
Sampdoria 2 (Linetty 1, Praet 1)
Sassuolo 2 (Duncan 1, Sensi 1)
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2298
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

19/12/2018, 14:46

CORVINO, MERCATO? PRONTI A SFRUTTARE LE OCCASIONI. A MILANO PER DARE CONTINUITÀ.


Il dg della Fiorentina Pantaleo Corvino ha parlato a margine dell'evento di Natale organizzato dalla fondazione Bacciotti all'ospedale pediatrico Meyer: "Ancora una volta era importante essere qui in questo centro di eccellenza che tutto il mondo invidia. Questo non fa altro che dare continuità alla sinergia tra la Fiorentina e il Meyer. Ed è stata anche la possibilità per fare il Babbo Natale con Paolo Bacciotti per i bambini, anche se vedere tante situazioni fa stare male. St. Juste? Non voglio fare nessuna battuta, perché devo dire che non lo conosco, non so da dove sia uscito. E' un momento in cui viene detto e scritto tanto, quindi bisogna anche capire chi cerca di trovare dei nomi in vista del mercato di gennaio. Tifosi? Noi siamo sempre stati chiari nel dire che avremmo sfruttato ogni possibilità di mercato per portare avanti le nostre idee. Siamo la squadra più giovane d'Europa, quindi bisogna aiutare i giocatori a crescere e nel mercato serve stare con le antenne drizzate per cogliere le occasioni. La Fiorentina sarà sempre pronta per migliorare questo gruppo. Nomi che circolano per l'attacco? Siamo in sintonia con il mister. Noi pensavamo di essere un attacco all'altezza della situazione, oggi si parla di un nostro intervento in attacco sul mercato perché forse qualche gol ci è mancato. Abbiamo però messo a disposizione di Pioli un attacco importante, con qualche alternativa di livello come Mirallas. Ma noi dobbiamo pensare che la squadra è giovane e siamo pronti a fare qualcosa se il mercato ce ne darà la possibilità. Ogni sessione servirà per migliorare la squadra. Milan? Sono passate sedici gare, se vogliamo fare un'analisi la Fiorentina è comunque agganciata all'Europa. L'obiettivo è sempre quello di cercare di rendere una partita importante dal punto di vista del risultato, così faremo anche contro il Milan per dare continuità in casa di una squadra importante. TAS? Noi guardiamo sempre in casa nostra, quello che succede agli altri siete più bravi voi a dare un giudizio meno di parte".
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2298
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

20/12/2018, 14:30

GOL, RECORD E PACE: IL CHOLITO A SAN SIRO CON LE IDEE CHIARE.


Dire che Giovanni Simeone si sta pian piano trasformando nella bestia nera del Milan sarebbe un po' troppo azzardato. Eppure i numeri collezionati dal Cholito contro i rossoneri sono decisamente importanti, visto che ad oggi il Diavolo è la seconda vittima preferita dell'attaccante viola, con due reti realizzate nell'arco di quattro partite (in testa a questa speciale classifica c'è il Napoli, perforato per tre volte nella sfida del Franchi dello scorso aprile). Due gioie che tuttavia non sono servite nella passata stagione a strappare l'intera posta in palio alla formazione di Gattuso, fermata sull'1-1 a Firenze (dopo il vantaggio di Simeone ci fu il pareggio immediato di Calhanoglu) e lasciata passeggiare nella sfida di ritorno a San Siro (5-1) nell'ultimo turno di campionato, in quella che ancora oggi - nonostante il gol-lampo dell'argentino - resta la sconfitta più netta dell'era Pioli a Firenze.

Il Cholito però non ha alcuna intenzione di fermarsi. E dopo il secondo gol negli ultimi 180' (l'ex Genoa non segnava per due partite consecutive dallo scorso aprile) vuole provare addirittura a fare tris, come già avvenuto nella passata stagione nelle sfide con Crotone, Udinese e Roma. Un obiettivo ambizioso che gli permetterebbe così non solo di eguagliare lo stesso numero di gol realizzati nella passata stagione dopo le prime 17 giornate (ovvero 5) ma anche di fare pace (o almeno provarci...) con la Curva dopo l'esultanza stizzita di domenica scorsa contro l'Empoli. Ci riuscirà? Al momento non è dato saperlo, visto che la rabbia sui gradoni è ancora tanta e raramente il cuore pulsante della Fiesole ha dimostrato di avere memoria corta su questioni che riguardano il rispetto. Eppure la forza di un gol, talvolta, riesce a far fronte a incomprensioni che sembrano ormai irrisolvibili.
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2298
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

21/12/2018, 14:06

PIOLI, DOMANI LA NOSTRA OCCASIONE. SIMEONE CARICO. PJACA MI DÀ SEGNALI POSITIVI.



L'allenatore della Fiorentina Stefano Pioli presenta in conferenza stampa la sfida di domani a San Siro contro il Milan. Di seguito le sue parole.

Partita di domani: "Domani deve diventare la nostra occasione. Non vedo un Milan in difficoltà. Hanno un reparto difensivo importante, sono quarti in campionato. Quelle squadre che hanno delle assenze pesanti mettono sempre qualcosa in più. Ma anche noi domani dobbiamo dare di più. La squadra ha sempre lavorato bene. Aver vinto con l'Empoli ci ha dato grande motivazione, siamo stati attenti e determinati. Dobbiamo dare continuità, anche perché la classifica è corta".

Vicenda Tas: "La colpa non è del Milan. Non fu la partita dell'anno scorso col Milan a impedirci ad andare in Europa. Fu la sconfitta col Cagliari in casa. Mi aspetto una bella prova dai miei".

Simeone: "L'ho visto carico. Ha dato continuità. Buona prova con l'Empoli nei recuperi nell’aggressività nei movimenti oltre che per il goal. Ha sbagliato e lo ha ammesso. Tutti noi facciamo errori, lui ha chiesto scusa, è un ragazzo che ha grande cuore e grande attaccamento".

Convocati: "Non ci sarà Diks. Pjaca mi sta dando segnali positivi. Bisogna togliergli un po' di pressione e sono sicuro che fartà bene".

Modulo: "Giocheremo a tre a centrocampo. Non giocheremo con il 3-5-2 ma con il 4-3-3. Cercheremo di mettere in difficoltà il Milan e cercheremo di fare arrivare pochi palloni ai loro attaccanti che sono molto forti".

Classifica: "Quest'anno il campionato è difficile. Le squadre medio basse sono difficile da battere. Tra il sesto e l'undicesimo posto ci sono squadre con valori simili e quindi siamo tutti lì in una manciata di punti. Sarà un campionato livellato fino alla fine".

Calciomercato fino al 31 gennaio: "Saranno contenti i miei direttori che avranno più tempo. Ci siamo adeguati a tutti gli altri campionati. Per quanto riguarda i miei giocatori, solo chi dimostra di essere con la testa dentro al lavoro sarà disponibile. Mercato? I direttori e la società sanno cosa fare perché abbiamo fatto le riunione e io ho dato loro le mie direttive".
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2298
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

22/12/2018, 13:04

TOTOFORMAZIONE, PIOLI CON IL 4-3-3. PIÙ EDIMILSON CHE GERSON.



La Fiorentina è pronta a scendere in campo, quest'oggi, in casa del Milan. Pochi dubbi di modulo per Stefano Pioli, che con ogni probabilità utilizzerà il 4-3-3. Riguardo alla formazione, invece, solita difesa costituita dagli stacanovisti Milenkovic (al rientro), Pezzella, Vitor Hugo e Biraghi, davanti a Lafont.

Centrocampo che vedrà il ritorno di Veretout in cabina di regia, spalleggiato da Benassi e Edimilson Fernandes, favorito su Gerson. Infine l'attacco: confermato Mirallas, che dopo le ottime prove con tanto di gol contro Sassuolo ed Empoli affiancherà Simeone, mentre dall'altro lato opererà Chiesa.

GAZZETTA (4-3-3): Lafont; Milenkovic, Pezzella, Vitor Hugo, Biraghi; Benassi, Veretout, Edimilson; Mirallas, Simeone, Chiesa.

CORR.FIORENTINO (4-3-3): Lafont; Milenkovic, Pezzella, Vitor Hugo, Biraghi; Benassi, Veretout, Edimilson; Mirallas, Simeone, Chiesa.

LA NAZIONE (4-3-3): Lafont; Milenkovic, Pezzella, Vitor Hugo, Biraghi; Benassi, Veretout, Edimilson; Mirallas, Simeone, Chiesa.

TUTTOSPORT (4-3-3): Lafont; Milenkovic, Pezzella, Vitor Hugo, Biraghi; Benassi, Veretout, Gerson; Chiesa, Simeone, Mirallas.

CORR.SPORT-STADIO (4-3-3): Lafont; Milenkovic, Pezzella, Vitor Hugo, Biraghi; Benassi, Veretout, Edimilson; Chiesa, Simeone, Mirallas.

FIRENZEVIOLA.IT (3-4-1-2): Lafont; Milenkovic, Pezzella, Vitor Hugo; Chiesa, Veretout, Edimilson, Biraghi, Benassi; Mirallas, Simeone.
ROMANO ROMANISTA

Rispondi
  • Informazione
  • Chi c’è in linea

    Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite