F.C FIORENTINA

In questa sezione potete parlare di tutto quello che volete a parte Football Hero
Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2570
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

22/01/2019, 14:39

GAGLIARDINI. LO SCOPRITORE A FV: "È UOMO DI PIOLI MA GIOCHI MEZZALA. QUEI 20 MILIONI.



Gagliardini-Fiorentina. Un matrimonio difficile, forse anche a tratti difficilissimo, che però Pantaleo Corvino e soprattutto Stefano Pioli hanno voglia di portare a termine. Il nome del centrocampista dell'Inter resta infatti quello in cima alla lista del dg viola, deciso a completare la sessione invernale con un colpo in mezzo in grado di dare lo sprint europeo alla squadra viola. Per parlare del mediano nerazzurro, Firezeviola.it ha chiesto un parere a chi, nel lontano 2001, ha scoperto il giovanissimo Gagliardini, ovvero lo storico talent scout e tecnico dell'Atalanta Raffaello Bonifaccio.

Bonifaccio, la Fiorentina strizza l'occhio a Gagliardini per il suo centrocampo: è sorpreso?
"Assolutamente no. Fin da quando lo allenavo io prima nei Pulcini e poi negli Esordienti notai che aveva una personalità diversa rispetto a tutti gli altri giocatori della sua età: è sempre stato un giocatore di sostanza, capace di fare squadra. Non mi stupisce che faccia gola ad una squadra come la Fiorentina".

Pioli, che lo ha già voluto con sé a Milano nel 2017, lo cerca per dargli le redini del centrocampo viola...
"Roberto è un buon giocatore, l'ho sempre pensato, ma deve giocare nel ruolo migliore per quella che è la sua struttura fisica, ovvero la mezzala, deve fare avanti e indietro. Non può essere piantato in mezzo e fare il centrale: Gagliardini ha un discreto passo ma è piuttosto lento. Se fa il mediano è costretto a ricorrere al fallo. Se la Fiorentina lo dovesse prendere, sappia come sfruttarlo".

Crede che Firenze possa essere la piazza giusta per lui?
"Penso di sì. All'Inter mi pare che non abbia spazio in questi ultimi mesi e cambiare aria gli potrebbe far bene. Se poi ritrovasse Pioli potrebbe essere per lui un incentivo in più a fare bene".

Gagliardini si spostò all'Inter per oltre 20 milioni: pensa che abbia pesato questa valutazione nella carriera del ragazzo?
"Quando era a Bergamo valeva tutti quei soldi, glielo garantisco: però è anche vero che con Gasperini chiunque vale quei soldi. Tutti con lui fanno bene: se si fa male uno che va alla grande, chi lo sostituisce riesce a sopperire senza problemi. Forse a Milano Gagliardini ha pagato la lontananza con Gasperini".
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2570
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

23/01/2019, 14:35

AG. DRAGOWSKI A FV, EMPOLI GRANDE OPPORTUNITÀ PER CRESCERE. E IN ESTATE.



Bartolomej Dragowski è ufficialmente un nuovo giocatore dell’Empoli. Ieri il portiere polacco ha svolto le visite mediche di rito dando così inizio alla sua nuova avventura in maglia azzurra. FirenzeViola.it ha contattato, in esclusiva, il procuratore del classe ‘97, Mariusz Kulesza.

Come descriverebbe l’umore attuale di Dragowski?
“Bart è molto contento di essere ad Empoli. Ho da poco parlato con lui e mi ha raccontato di essere felicissimo e carico per questa nuova esperienza”.

Dragowski sicuramente vorrà dimostrare di essere un vero numero uno ad Empoli.
“Certamente, ogni giocatore vuole sempre dimostrare al proprio allenatore che si merita di giocare e anche in questo caso è così. Lo vuole dimostrare sempre e soprattutto in allenamento”.

Quanto può essere utile questo prestito per la crescita del polacco?
“Questo lo vedremo nei prossimi mesi. Non posso sicuramente dirlo adesso ma lo vedremo da qua a giugno. Credo che sia una grande opportunità per Bart per giocare di più e per noi questa è l’unica cosa che conta”.

In estate il classe ‘97 farà ritorno a Firenze: tornerà per rubare il posto a Lafont?
“Vedremo, ora come ora è concentrato su questo periodo ad Empoli. I prossimi mesi ci diranno tanto sulle sue qualità”.
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2570
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

24/01/2019, 14:34

CHI È ZURKOWSKI, IL ROCCIOSO MEDIANO VICINO ALLA VIOLA.


Il nome nuovo per il centrocampo della Fiorentina è quello di Szymon Zurkowski, sul quale nelle ultime ore c'è stata appunto una forte accelerata dei viola. Il dg Pantaleo Corvino ha, infatti, raggiunto un'intesa di massima in vista di luglio con il Gornik Zabrze, attuale club del giocatore, per 3,7 milioni di euro più alcuni bonus che farebbero lievitare il tutto a 5,1 milioni.

Nato a Tychy, in Polonia, il 25 settembre del 1997, Zurkowski ricopre il ruolo di centrale e annovera tra i suoi principali attributi una discreta statura e una particolare predisposizione alla resistenza. Il ventunenne per cui la Fiorentina avrebbe battuto la concorrenza di Juventus e Genoa è molto capace nella fase di impostazione, oltre a saper operare - all'occorrenza - anche da mezzala.

Se da un lato il giocatore dell'Under-21 polacca può certamente fare di meglio per quel che riguarda la precisione sui tiri e il recupero palla, dall'altro, nonostante preferisca il piede destro, non si esime dall'usare il sinistro.
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2570
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

25/01/2019, 14:59

PIOLI, VINCERE PER L'EUROPA. PJACA? NESSUNO MI HA CHIESTO DI ANDAR VIA. LA CRESCITA.



A due giorni dalla sfida di campionato contro il Chievo Verona, il tecnico della Fiorentina Stefano Pioli è intervenuto in sala stampa per presentare il match contro i gialloblù di Di Carlo in programma domenica alle ore 12:30 allo stadio Bentegodi. Ecco le sue parole:

Sulle tabelle per l'Europa: "E' inevitabile che se vogliamo avere delle ambizioni bisogna fare molti più punti rispetto all'andata: 18 partite sono tante ma dobbiamo correre a cominciare da domenica".

Sulla partita di domenica: "Dal punto di vista mentale la squadra la sta preparando bene, sappiamo le difficoltà di questa gara: da quando è arrivato Di Carlo in casa non ha mai perso il Chievo, ne ha perse solo due in trasferta. La partita presenta diverse difficoltà e insidie, noi dovremo essere attenti, determinati e precisi tatticamente".

Sugli squalificati e le scelte in campo: "La squadra sta bene, tutti gli effettivi sono a disposizione: sono sicuro che chi giocherà si farà trovare pronto".

Su quali elementi riprendere dal pari con la Samp: "L'orgoglio e il coraggio e i primi 35' giocati in 11 contro 11: da lì dobbiamo ripartire, sapendo che non possiamo permetterci ingenuità come quelle fatte di recente".

Su Pjaca: "Chi lavora bene e chi è disponibile viene convocato: Marko non ha mai dato segnali diversi da questi. L'unico giocatore che è venuto da me per dirmi di voler andare a giocare è stato Dragowski e noi lo abbiamo accontentato, è arrivato molto bene Terracciano, con positività. Nessun altro giocatore mi ha chiesto di andar via".

Sulla strategia del Chievo: "Loro sanno che devono vincere tante partite se vogliono centrare la salvezza. Mi aspetto un Chievo sicuramente aggressivo: vorrà toglierci la gestione della palla per ripartire. Qualche zona di campo libero ci verrà lasciata e noi dovremo essere bravi a colpire i nostri avversari".

Sulle strategie di crescita della Fiorentina: "Solo coi giovani è impossibile vincere ma noi quest'anno non abbiamo solo giovani: abbiamo gente come Muriel, Pezzella, Hugo, Benassi o altri. Dobbiamo mettere insieme una squadra equilibrata. Non possiamo comprare campioni ma dobbiamo costruirceli in casa. L'obiettivo è tornare a lottare in alto, per le posizioni dove la Fiorentina è sempre stata".

Sulle ingenuità della Fiorentina: "Di una cosa sono convinto: la squadra crede fermamente in quello che sta facendo. Da luglio scorso ognuno è cresciuto molto. I miei giocatori sanno quelle che sono le potenzialità e tutti vogliono fare un girone di ritorno importante. Dobbiamo tirarci su le maniche e pedalare forte fino alla fine, sapendo che contro la Sampdoria meritavamo di vincere".

Su un possibile turnover in vista della Roma: "Abbiamo già i due squalificati: la partita di Verona è molto importante così come quella con la Roma. Verranno schierate due formazioni sicuramente competitive".
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2570
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

26/01/2019, 15:05

ZURKOWSKI, IL MASTINO CHE HA STREGATO CORVINO.


Non solo Traoré, acquistato ufficialmente dalla Fiorentina e lasciato a farsi le ossa ad Empoli fino al termine della stagione. La Fiorentina, per luglio, è pronta a piazzare un altro colpo: Szymon Zurkowski, talento polacco classe '97 del Gornik Zabrze. Un affare da 5 milioni di euro, 3,7 di base fissa più 1,3 di bonus, con i viola pronti a portare il ragazzo a Firenze per sottoporsi alle visite mediche già nei prossimi giorni.

Zurkowski è un centrocampista moderno, forte fisicamente, in grado di ricoprire più ruoli in mezzo al campo, anche se il suo punto di forza è quello di essere un vero e proprio muro davanti alla difesa. 185 centimetri di altezza per 77 chili di peso, Zurkowski è un centrocampista tutto corsa e polmoni, dotato di una grande velocità, di poco inferiore a degli sprinter nati come Gareth Bale o Theo Walcott

Il giovane talento della nazionale under 21 polacca ha una grande resistenza, che gli permette di pressare il portatore di palla avversario. Per caratteristiche ricorda il campione del Chelsea N'Golo Kantè, un recuperatore instancabile di palloni in mezzo al campo.
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2570
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

27/01/2019, 14:33

ANTOGNONI, Pjaca resterà con noi: è da Fiorentina.


Queste le parole di Giancarlo Antognoni prima del match contro il Chievo: "Pjaca vuole rimanere a Firenze ed è giusto che la società gli dia fiducia. Sono certo che il croato dimostrerà di essere un giocatore importante per la Fiorentina".
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2570
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

28/01/2019, 15:12

SEGNA SEMPRE LUI(S).


"El segna semper lu", è lo storico soprannome intriso di milanesità dato dai tifosi rossoneri ad un attaccante che la insaccava sempre, peraltro anche un ex viola: Maurizio Ganz. Se volessimo riadattare ai giorni nostri, con l'ambiente di Firenze sullo sfondo, tale soprannome per uno dei protagonisti di questa Viola, Luis Muriel, potrebbe tranquillamente essere "Segna sempre Lui(s)". Due partite di Serie A per l'ex Samp, con la rete avversaria già gonfiata tre volte.

Sì, perché l'arrivo del colombiano in città ha rappresentato una sorta di profonda boccata d'ossigeno per la tifoseria viola, tornata a farsi trascinare da un singolo, sul lato emotivo, come non accadeva ormai da un po' di tempo. Firenze sembra già pazza del suo Luis, che dal canto suo a poche ore di distanza dalla partita giocata ieri ha voluto ribadire la sua nobiltà d'intenzioni nel voler tornare in forma, e l'affetto che ha subito percepito nei suoi confronti. Non solo: come spiegato da Pioli nel post-partita, ieri è stato Muriel a tenere il discorso alla squadra prima di scendere in campo e, questo dice Pioli, l'avrebbe fatto usando le parole adatte, toccando le giuste corde. La ricerca della maturità è una costante per lui, adesso.

Maturità fuori dal campo, ma soprattutto dentro il rettangolo verde. Suonando la carica sempre e comunque a suon di gol. Come accaduto ieri a Verona, quando Muriel ha sbloccato l'incontro dopo neanche quattro minuti dal fischio d'avvio, andando poi vicino a griffare una seconda doppietta consecutiva, venendo fermato solamente dal palo. Adesso per lui c'è da ricaricare le pile perché, c'è da scommetterci, Pioli non vorrà farne a meno per la sfida di mercoledì pomeriggio, quando la Roma verrà a Firenze per i quarti di Coppa Italia. D'altronde, segna sempre Lui(s). Come fai a tenerlo fuori?
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2570
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

29/01/2019, 15:22

PIOLI, GARA NON DECISIVA IN STAGIONE, ZANIOLO MI HA IMPRESSIONATO. CHIESA SUPER.



Alla vigilia della partita di Coppa Italia tra Fiorentina e Roma, il tecnico viola Stefano Pioli è intervenuto in conferenza stampa. Queste le sue parole:

Se domani è la partita più importante della stagione: "Sicuramente è la più importante della Coppa, la nostra stagione non si decide domani sera. Ci sono tante squadre che stanno lottando per l'Europa e vogliamo restare dentro questo gruppo. Domani è una sfida importante perché in sole quattro partite possiamo andare in finale. Domani però affrontiamo un avversario molto forte".

Sull'attacco della squadra: "Dobbiamo essere bravi a giocare in più modi e a leggere la partita. Dobbiamo capire quando possiamo essere aggressivi. L'importante è avere sempre l'idea di voler far male ai nostri avversari. Abbiamo questa qualità e mentalità per cui vedremo di volta in volta come affrontare ogni singola partita".

Su Federico Chiesa: "Federico è un ragazzo molto determinato, sa che la sua crescita passa dal lavoro giornaliero. Sta completando la sua maturazione: ha grandissima mentalità, sta bene, è molto severo con se stesso e determinato. Ha intrapreso la strada giusta, deve lasciar stare le voci che ci sono su di lui ma lo vedo molto attento e determinato. Dove andrà? Vuole lavorare nel miglior modo possibile, nessuno deve pensare a ciò che avverrà l'anno prossimo: non ho idea su questo tema".

Su Zaniolo: "Nella partita di campionato giocata qua dalla Roma è il giocatore che mi ha impressionato di più, ha retto degli uno contro uno con Veretout davvero notevoli. E' difficile fare valutazioni sui giovani, capire quelli che sono i giovani già pronti che possono fare il salto di qualità. A volte le scelte pagano ed altre no".

Sull'importanza della vittoria col Chievo: "Con la qualità e la volontà si possono raggiungere risultati importanti e si può dare ancora di più fiducia nei propri mezzi".

Sulle difficoltà della difesa: "Per favorire il lavoro dei difensori, la pressione sul portatore di palla deve essere sempre alto. Negli ultimi turni abbiamo preso 4 dei 6 gol quando eravamo in 10 e per giunta su palla inattiva. La pressione sul portatore di palla deve essere fondamentale. La Roma ha dei giocatori molto importanti".

Sulla Roma e il suo momento: "La Roma di Bergamo ha dimostrato tutto il suo potenziale tecnico ma ha dimostrato anche qualche lacuna. Nella gara di campionato abbiamo avuto molte opportunità per chiudere la gara ma anche noi abbiamo sofferto. Chiunque scenderà in campo domani darà sicuramente qualità. Dobbiamo mettere in campo una grande prestazione e abbiamo bisogno per questo di un grande sostegno. Certo, l'orario della gara non favorisce l'afflusso del pubblico ma i tifosi ci aiuteranno a superare le difficoltà".

Su Milenkovic: "Ha recuperato ed è a disposizione, così come Laurini che ha faticato molto a Verona".

Su Muriel e le tante partite giocate: "Non è un giocatore che in partita si ammazza di lavoro, domenica ha finito bene la gara e sta bene. E' uscito bene dalla partita, ora ha entusiasmo e convinzione per cui in queste condizioni recuperi anche più velocemente da un punta di vista fisico".

Se domani servirà pazienza: "Anche a Torino sapevamo che avevamo davanti a noi una paetita secca: dovremo stare sul pezz p

Sui punti buttati via in campionato: "Sappiamo di aver perso delle occasioni ma sulle cose su cui non possiamo più incidere non possiamo più far nulla. Abbiamo gestito bene la pausa invernale e le prestazioni del 2019 sono state ottime".

Sul mercato: "Zurkowski lo avevamo seguito nella sessione estiva, ha buona tecnica e buoni tempi di inserimento. Gli dovremo dare tempo per ambientarsi nel nostro calcio. Il mercato è chiuso, così mi è stato detto da qualche giorno".

Sull'errore di Lafont contro il Chievo: "Quando possiamo, ci piace costruire le azioni da dietro, è chiaro che non dobbiamo sbagliare le nostre scelte. L'errore di Lafont però va condiviso con Hugo. Coi piedi Alban è bravo ma deve migliorare nello scegliere la giocata da fare, deve essere bravo ad anticipare la giocata".

Sul momento di Pezzella: "German sta facendo un campionato di altissimo livello. E' giusto criticare alcune scelte difensive ma in questa stagione i nostri difensori stanno facendo benissimo. Sarà importante da qui in avanti iniziare la partita in 11 vs 11 e finirla in 11 vs 11. Questa non è una critica alla classe arbitrale, ma spesso vengono dati dei gialli pesanti dopo appena 5' dall'inizio della partita: per questo servirà mentalità".
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2570
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

30/01/2019, 15:19

GHINI A FV, CONTRO I VIOLA NON FACCIAMO I BISCHERI. CHIESA FACCIA COME STALLONE.



Dopo la vittoria agli ottavi contro il Torino, la Fiorentina si ritrova a giocare i quarti di finale di Coppa Italia contro la Roma al Franchi. In vista della gara di oggi alle 18:15, FirenzeViola.it ha contattato, in esclusiva, l’attore e grande tifoso giallorosso Massimo Ghini.

Dopo la clamorosa rimonta subita contro l’Atalanta, come arriva a questa partita la Roma?
“Come direste voi fiorentini siamo stati proprio dei bischeri domenica, speriamo di non esserlo anche oggi. Un comportamento così è inaccettabile. Non è possibile che una squadra in crescita, con un potenziale sulla carta enorme, possa subire una rimonta del genere. Pareggi così sono anche più irritanti di certe sconfitte. Questo momento di difficoltà penso sia solo mentale perché se fosse fisico allora questi ragazzi dovrebbero smettere di giocare a pallone subito”.

Dopo l’arrivo di Muriel che impressione le ha fatto questa Fiorentina?
“A me sembra che anche i viola stiano ancora cercando una loro dimensione. Quando tu ti chiami Roma o Fiorentina significa che sei una squadra la quale si porta dietro una storia e automaticamente sei, di diritto, sempre tra le prime sette squadre. La Viola possiede un impianto solido e dei buoni giocatori che possono formare un’ottima squadra. L’obiettivo Europa è alla portata della squadra di Pioli. Muriel si è inserito benissimo in questo campionato e farà vedere grandi cose”.

E su Chiesa?
“Federico secondo me è straordinario e i fiorentini dovranno pregare in ginocchio che rimanga. Ormai purtroppo i giovani sono già pronti per essere spediti a grandi squadre e questo non aiuta società come le nostre. Questo perché, nonostante la storia, non abbiamo la potenza commerciale di certi big club. Gli allenatori con i giovani come Chiesa dovrebbero fare come nei film di Stallone: farli credere ad un ideale come: “dobbiamo liberare il paese dai cattivi”. Solo così daranno il massimo per la tua squadra senza pensare a destinazione future”.

Quindi, secondo lei, che partita sarà oggi?
“Entrambe giocheranno per vincere. Comunque sia la Coppa Italia, in questo momento, vale molto di più del campionato e di qualsiasi altra cosa. Spero che sia la Roma che la Fiorentina se la giochino fino alla fine. Questo è l’unico trofeo a cui le due squadre potrebbero seriamente puntare”.
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2570
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

31/01/2019, 14:58

SEGUI L'ULTIMO GIORNO DI MERCATO: THEREAU AL CAGLIARI. TOURÈ E GORI.




14.35 - Secondo quanto raccolta da FirenzeViola.it Cagliari e Fiorentina starebbero trattando il prestito di Cyril Thereau alla società sarda. Rimane ancora lo scoglio ingaggio sul quale le due parti stanno ancora lavorando.

14.17 - Cagliari e Bologna continuano a lavorare a uno scambio che porti l'ex viola Diego Falcinelli alla corte dei sardi e Luca Cigarini in Emilia.

14.12 - Secondo quanto raccolto da TMW, il club granata ha chiuso per Mamadou Touré Diawara, giovane centrocampista, classe 2000, in arrivo a Torino in prestito con diritto di riscatto.

14.05 - Accelerata del Cagliari per Cyril Thereau, attaccante francese della Fiorentina.

13.45 - Il Benevento va in cerca di un attaccante. Piacciono due ex viola, entrambi oggi al Verona: Pazzini e Di Carmine.

13.15 - L'ex viola Romulo si avvicina alla Lazio. Parti vicine, con il Genoa che potrebbe accettare di lasciarlo partire con la formula del prestito secco.

12.40 - Cambio di casacca per Gabriele Gori. L'attaccante della Primavera viola sta per trasferirsi dal Foggia ad un'altra società di B, il Livorno.

12.30 - Tutto definito per il passaggio di Kevin Diks all'Empoli. L'olandese infatti stamani non si è allenato con il gruppo dei viola, e presto svolgerà le visite mediche con la società azzurra.

12.02 - Ufficiale il passaggio di Valentin Eysseric in prestito al Nantes. "ACF Fiorentina comunica di aver ceduto, a titolo temporaneo con diritto di riscatto, i diritti alle prestazioni sportive del calciatore Valentin Eysseric (classe 92’) all’ FC Nantes".

11.53 - Intanto all'interno del centro sportivo ci sono gli agenti del difensore empolese Jacob Rasmussen, prossimo acquisto di giugno della Fiorentina.

11.30 - Via alle ultime otto ore di calciomercato, con la Fiorentina tra le squadre protagoniste dei movimenti in quel di Milano. È di stamattina la notizia che racconta di un possibile ritorno a Firenze del centrocampista Milan Badelj. Il suo procuratore, Alessandro Lucci, è stato avvistato a Firenze ma nonostante ciò dalla società arrivano smentite sulla possibilità che l'affare vada in porto.
ROMANO ROMANISTA

Rispondi
  • Informazione
  • Chi c’è in linea

    Visitano il forum: Bing [Bot] e 2 ospiti