AS ROMA 1927

In questa sezione potete parlare di tutto quello che volete a parte Football Hero
Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2370
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

24/05/2019, 15:11

Il fulmine Zaniolo.


Il protagonista della presentazione della nuova divisa home della Roma, che farà il suo debutto tra due giorni nell’ultimo match di questo campionato, contro il Parma, è stato Nicolò Zaniolo. Chissà se il parallelo è stato voluto, ma il numero 22 giallorosso ha avuto un impatto fulmineo nell’economia di squadra, nel momento in cui è stato chiamato in causa da Di Francesco: quasi nessuno si aspettava che un diciannovenne come lui potesse incidere così tanto in campionato ma anche in Champions League, con quella doppietta al Porto che aveva messo la Roma nella posizione ideale per affrontare la gara di ritorno, poi resa decisamente più scomoda dalla rete di Adrian Lopez. La trasformazione di Nicolò Zaniolo da merce di scambio a elemento credibile è stato il principale lascito di Di Francesco a Ranieri, che però non è riuscito a seguire l’abbrivio del predecessore, non sfruttando il giovane talento come era successo nei mesi precedenti, anche al netto di normali oscillazioni di rendimento di un calciatore alla prima stagione in Serie A. Questione di ruolo? “È una mezzala a tutto campo”, ha dichiarato il tecnico, nel momento in cui, però, nel suo sistema di gioco di mezzali non se ne vedevano: confinato sul lato destro Zaniolo è stato anche capace di sfornare giocate decisive - vedi Atalanta-Roma -, ma spesso e volentieri, specie con compiti più difensivi che offensivi, la necessità di lavorare lo ha fatto perdere in freschezza e qualità. Niente di compromesso, definitivo e irreparabile: il tempo è sicuramente dalla sua parte e in arrivo sembra esserci un allenatore - Gasperini - che di valorizzazione di giocatori se ne intende, come gli può raccontare Bryan Cristante, passato da oggetto misterioso a uomo da 26 milioni di euro. Circa la metà di quanto si valuta Zaniolo, al momento a livello ipotetico, ma il mercato alle porte può far cadere su Trigoria un altro fulmine, stavolta sotto forma di offerta: chissà quale sarà il suo impatto.

Prossima partita: Roma-Parma, domenica 26 maggio ore 20:30
Probabile formazione (4-3-3): Mirante; Florenzi, Fazio, Manolas, Kolarov; Cristante, De Rossi, Zaniolo; Ünder, Dzeko, El Shaarawy.
Ballottaggi: Juan Jesus/Manolas, Ünder/Kluivert
In dubbio: -
Indisponibili: -
Diffidati: Florenzi, Schick, Dzeko, Jesus.
Squalificati: -
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2370
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

25/05/2019, 15:13

Mirante: "Difficile immaginarsi una Roma senza De Rossi, è come se un tifoso smettesse di giocare".


Antonio Mirante ha parlato a Sky Sport: "Daniele è un capitano in cui ci riconosciamo, si vede da pochissime parti. Speriamo sia una festa per lui, sicuramente sarà commovente, lo sentiamo parte di noi e questo penso lo facciano anche i tifosi. È come se uno di loro smettesse di giocare, è difficile immaginare una Roma senza Daniele, il calcio è questo, sappiamo quello che ci ha dato, che ha dato a questa squadra. Gli si può soltanto voler bene. Ci facciamo forza a vicenda, anche a noi mancherà. Ci sembra giusto godercelo fino alla fine, come sta facendo lui con noi, a volte troppo, l'emozione è grande, lo leggo nei suoi occhi e nei suoi atteggiamenti. Ha dimostrato attaccamento, facendo vedere che persona è".
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2370
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

26/05/2019, 15:23

Daniele De Rossi, la fine di un'era.


“È la fine di un’era”. Forse non esistono parole più appropriate di quelle usate dalla Roma stessa per parlare dell’addio al giallorosso di Daniele De Rossi, dopo 615 presenze (o 616, o 617, in ogni caso secondo giocatore con più gettoni dopo, ovviamente, Francesco Totti) e 63 gol (al momento 15° nella classfica all-time, dietro a Mirko Vucinic con 64, Rudi Völler con 67 e Agostino Di Bartolomei con 68) in giallorosso.

LA CARRIERA - Un’era iniziata il 30 ottobre 2001, quando al 71’ di Roma-Anderlecht, dopo diverse panchine, anche nella stagione precedente, quella dello scudetto, Fabio Capello richiama Ivan Tomic e lo manda in campo, facendolo poi altre tre volte in Coppa Italia. L’attesa per l’esordio in Serie A si prolunga fino al 25 gennaio 2003, quando scende gioca da titolare sul neutro di Piacenza contro il Como, quella per il primo gol fino al 10 maggio dello stesso anno, quando con un tiro da fuori batte Sorrentino - allora portiere del Torino - e sorprende davvero tutti, anche il presidente Franco Sensi (“ha segnato il ragazzino?). A neanche 20 anni De Rossi già è una figura credibile per le rotazioni di centrocampo di una squadra di vertice come la Roma e ne diventa titolare - complici l’addio di Emerson e l’infortunio di Damiano Tommasi - nella stagione 2004-2005, in cui colleziona 30 gettoni in A su 38 e segna il suo primo gol in Coppa Italia (nell’andata dei quarti di finale contro contro la Fiorentina) e soprattutto in Champions League, bucando nientemeno che Iker Casillas al Santiago Bernabeu, oltre a esordire in nazionale (contro la Norvegia, con tanto di gol), di cui diventerà il giocatore della Roma con più presenze in assoluto (117, con 21 gol segnati). Nella stagione successiva, in una gara di Coppa UEFA contro il Middlesbrough indossa per la prima volta la fascia di Capitano (di cui diventerà il proprietario designato solo 11 anni dopo) e viene chiamato da Lippi nella spedizione che porterà a casa la quarta Coppa del Mondo (con tanto di rigore segnato da lui nella serie finale). Una grande soddisfazione che con la Roma è arrivato solo a sfiorare, in due occasioni, nel 2008 e nel 2010, negatagli dalle Inter di Mancini e Mourinho, contro cui però riesce comunque a portare a casa i suoi tre trofei vinti con la Roma: la Coppa Italia 2006-2007 e 2007-2008 e la Supercoppa Italiana 2007, decisa proprio da un suo calcio di rigore. In questi anni e nei successivi, in cui incontra i vari Luis Enrique, Zdenek Zeman e Rudi Garcia, prima dei ritorni di Spalletti e Ranieri, la sua trasformazione, oltre che morfologica, è anche tattica: da centrocampista a tutto campo, arretra sempre più il suo raggio d’azione, prima come mediano del 4-2-3-1, poi come perno del 4-3-3 e a volte finisce a fare anche il difensore centrale. C’è chi dice questa evoluzione gli abbia allungato la carriera e chi dice che gliel’abbia frenata: non sapremo mai se entrambe, una delle due o nessuna siano verità.

NON PIÙ UNA SOLA MAGLIA - Ma l’era di De Rossi sarà ricordata più di tutto per il suo viscerale attaccamento alla maglia della Roma, da cui per due volte ha rischiato di separarsi. Nel 2012 il suo contratto andava a scadenza e c’era in agguato il Manchester City di Roberto Mancini, da sempre grande estimatore di De Rossi, pronto a offrire 9 milioni di euro netti per strapparlo ai giallorossi, “costretti” a metterne sul piatto 10 lordi (i famosi “sei milioni e mezzo netti”) per convincerlo a rimanere. Poco più di un anno dopo, il rischio era stato quello di vederlo sempre a Manchester, ma sponda United, e solo una promessa fatta a Rudi Garcia, quella di rimanere se l’offerta fosse arrivata dopo una certa data, fece sì che De Rossi continuasse ancora a vestire il giallorosso. Ora, all’età di 35 (a luglio 36) anni, De Rossi ha scelto di continuare a giocare e non lo farà più con la Roma. Aveva detto più volte che avrebbe voluto finire con un’esperienza estera, ma vederlo senza il giallorosso addosso farà comunque una certa impressione.
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2370
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

27/05/2019, 14:45

Scarnecchia: "Stagione fallimentare, ma Gasperini può riportare la Roma in Champions League".



Chiude al sesto posto la Roma. Stagione ben al di sotto delle attese, caratterizzata anche dal cambio in panchina tra Di Francesco e Ranieri. "La stagione è stata fallimentare al pari di quelle squadre che sono arrivate sotto o sopra, a parte l'Atalanta. Quando una big arriva all'ultima giornata per centrare un obiettivo del genere non puoi che esprimerti così", dice a Tuttomercatoweb.com l'ex giallorosso Roberto Scarnecchia.

Di chi sono le responsabilità maggiori?
"Non c'è un solo colpevole. Vari acquisti non hanno dato i risultati sperati e il cambio di allenatore è sempre traumatizzante. La Roma farà i preliminari, anticiperà la preparazione e vedremo che cosa aspettarci. Pallotta viene contestato ma non mi sembra che qualcuno si sia fatto avanti per rilevare il club. Bisogna accontentarsi di questa situazione e questa proprietà che poi non è così disastrosa se si pensa che Pallotta sta cercando di costruire lo stadio. Certo, su De Rossi poteva esserci un comportamento diverso, non sono stati ineccepibili, però ognuno fa le sue scelte".

Come riparte adesso la Roma?
"Vedremo chi rimane. Ora serve scegliere un tecnico motivato. Chi arriva deve sapere che Roma è particolare, non è Milano e non è Torino. Va vissuta con una mentalità diversa e non è semplice".

Gasperini come lo vedrebbe?
"È pronto. Resta da capire se possa accettare la Roma ora che con l'Atalanta è arrivato in Champions. Magari potrebbe dire di sì ai giallorossi per provare a vincere la sfida di riportarli in Champions".
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2370
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

27/05/2019, 14:48

A breve un summit tra Percassi e Gasperini.


Giorni febbrili per il futuro della panchina dell'Atalanta. Forse ore. Perché stasera ci sarà la cena societaria per chiudere una stagione trionfale dove gli orobici hanno conquistato uno storico terzo posto e la Champions League per l'anno che verrà. Ci sarà dunque un contatto tra Antonio Percassi, la dirigenza e Gian Piero Gasperini per discutere del futuro ma non è da escludere che le parti possano anticipare il summit anche al pomeriggio, a Bergamo.
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2370
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

27/05/2019, 14:49

Dalla Turchia: Dzeko stasera a Istanbul per trattare col Fenerbahçe.


Secondo quanto riferisce DHA, oggi Edin Dzeko volerà a Istanbul per trattare col Fenerbahçe. Il calciatore avrà questa sera un meeting col presidente del club turco Ali Koç.
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2370
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

28/05/2019, 12:35

Accordo totale tra Dzeko e Inter: la richiesta della Roma. Rifiutato dal giocatore un tentativo di rinnovo nei giorni scorsi.




Con molta probabilità, l'avventura di Edin Dzeko in giallorosso terminerà dopo 4 anni. Come riporta La Gazzetta dello Sport oggi in edicola, infatti, il giocatore bosniaco ha trovato con l'Inter un'intesa su tutto: ora i nerazzurri devono parlare con la Roma, che chiede almeno 20 milioni. Tuttavia, finché i giallorossi non ufficializzeranno il nome del nuovo direttore sportivo, la trattativa non potrà chiudersi.

Come riporta Leggo, la dirigenza romanista ha provato nei giorni scorsi a proporre all'attaccante una spalmatura dell’attuale ingaggio (da 4,5 milioni) sui prossimi tre anni, ma il bosniaco, rimasto in attesa per mesi di una proposta per il rinnovo, non ha voluto neanche ascoltare l’offerta.
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2370
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

29/05/2019, 10:57

Rispunta Thauvin.


Torna di moda il nome del francese Thauvin, esterno destro di piede mancino del Marsiglia. Il calciatore viene monitorato ormai da stagioni da Massara e, secondo La Gazzetta dello Sport, sarebbe il primo nome per l'attacco giallorosso, specie se Cengiz dovesse partire.
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2370
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

30/05/2019, 14:35

Pallotta: "Sono tutte cazzate, qualcuno sta provando a danneggiare la Roma. Oggi chiarirò la situazione".




Dopo l'inchiesta di questa mattina de La Repubblica intitolata "La rivolta di De Rossi e tre senatori contro Totti", il presidente giallorosso James Pallotta ha deciso di intervenire e smentire il tutto:

“Sono tutte cazzate, qualcuno sta provando a danneggiare la Roma con continue bugie”, le sue dichiarazioni riprese da Il Messaggero.

A Il Romanista, il patron ha aggiunto: "Oggi chiarirò la situazione".
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2370
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

31/05/2019, 14:55

Defrel tra Sampdoria e Roma: ecco la richiesta dei giallorossi.


Gregorie Defrel è a metà tra il tornare a Roma e restare a Genova sponda blucerchiata. Come riporta TuttoSport oggi in edicola, infatti, la Roma, per il calciatore in prestito alla Sampdoria con diritto di riscatto, chiede i 13 milioni dell’accordo precedentemente stabilito, non un centesimo in meno. I blucerchiati puntano invece ad abbassare il prezzo.
ROMANO ROMANISTA

Rispondi
  • Informazione
  • Chi c’è in linea

    Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite