F.C FIORENTINA

In questa sezione potete parlare di tutto quello che volete a parte Football Hero
Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2046
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

12/01/2019, 14:40

IL SIGNOR NO.


Il signor no. Non stiamo parlando dello storico personaggio televisivo che per anni è stato al fianco di Mike Buongiorno in trasmissioni come Rischiatutto. No, stiamo parlando di Cyril Thereau, attaccante ai margini del progetto viola che in queste settimane si è specializzato nel rifiutare tutte le offerte che sono arrivate a Pantaleo Corvino.

Dal Cagliari al Chievo, passando per il Frosinone. Il francese della Fiorentina è praticamente sparito dai radar da quasi un anno, salvo qualche rara apparizione a gara in corso. Ha un contratto pesante e lungo, forse per questo motivo non è molto propenso a lasciare il capoluogo toscano.

L'ultima offerta arriva da vicino, da una trentina di kilometri da Firenze: l'Empoli di Iachini e solamente l'ultima squadra ad aver messo nel mirino l'attaccante, con Thereau che, almeno per adesso, non ha detto no agli azzurri. Anzi, forse anche per una questione logistica, il francese sta valutando con attenzione l'offerta del club di Corsi. Con l'Empoli potrebbe andare in scena uno scambio, con Corvino pronto a chiedere Giovanni Di Lorenzo, difensore classe '93 che il club gigliato segue dalla scorsa estate.
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2046
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

13/01/2019, 14:53

FORMAZIONI UFFICIALI, C'È MURIEL NEL TRIDENTE CON MIRALLAS E CHIESA.


Questa la formazione ufficiale della Fiorentina che scenderà quest'oggi in campo contro il Torino:

FIORENTINA (4-3-3) : Lafont, Biraghi, Vitor Hugo, Pezzella, Milenkovic; Benassi, Veretout, Edimilson; Chiesa, Muriel, Mirallas.

TORINO (3-5-2) : Sirigu; Izzo, Nkoulou, Djidji; De Silvestri, Baselli, Rincon, Meite, Aina; Falque, Belotti.
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2046
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

14/01/2019, 14:40

DA CILIEGINA A SESTA SCELTA: PJACA AI TITOLI DI CODA.


Marko Pjaca è sempre più lontano dalla Fiorentina e la gara di ieri contro il Torino in Coppa Italia è probabilmente la prova di questo. Fuori dai titolari, con Pioli che in attacco ha schierato Mirallas, Muriel e Chiesa dall'inizio, fuori anche dalle sostituzioni, che hanno visto gli ingressi in campo di Gerson prima e Simeone poi, per il risultato che, nel reparto avanzato, il numero 10 è diventato la sesta scelta, alle spalle di tutti i sopracitati che sono stati tutti impiegati nella sfida vinta 2-0 grazie alla doppietta del figlio d'arte.

A questo punto non si può far altro che pensare al mercato e al fatto che Fiorentina e Juventus debbano trovare un accordo al più presto per decidere cosa sia meglio sia per i due club che per lo stesso Pjaca, visto che se le cose non dovessero cambiare il croato rischia davvero di restare ai margini fino a giugno e di scendere in campo soltanto per pochi minuti. Il giocatore doveva essere la ciliegina sulla torta dello scorso mercato estivo gigliato ma ha fatto tantissima fatica e non è mai riuscito a imporsi.

Tutto lascia pensare che l'ex Dinamo Zagabria abbia già pronte le valige e sia in procinto di salutare Firenze dopo sei mesi tutt'altro che esaltanti. Su di lui c'è il Besiktas, club che sicuramente non lo fa impazzire ma che potrebbe garantirgli minuti importanti, per tornare a essere il giocatore che aveva fatto innamorare diversi addetti ai lavori che per il momento è però soltanto un lontano ricordo.
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2046
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

15/01/2019, 14:50

UFFICIALE, Traorè nuovo giocatore della Fiorentina.


La Fiorentina comunica di aver raggiunto l’accordo per l’acquisto, a titolo definitivo, dei diritti alle prestazioni sportive del calciatore Hamed Junior Traorè dall’Empoli FC. Traorè è nato a Abidjan (Costa D’Avorio) il 16 febbraio del 2000. Il calciatore, che ha firmato un contratto che lo legherà al Club Viola fino al 30 giugno 2023, resterà in prestito all’Empoli fino al 30 giugno 2019.
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2046
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

16/01/2019, 13:22

ANTICIPO DI CASSA.


Prima l'acquisto di Luis Muriel in prestito oneroso con diritto di riscatto, poi il tentativo, andato male, per Pedro Obiang per 11 milioni di euro e infine il colpo relativo ad Hamed Junior Traore, che arriverà a giugno dall'Empoli per 13 milioni di euro. La Fiorentina sta stupendo tutti in questo calciomercato di gennaio e nelle ultime ore in tanti si stanno chiedendo il perché di questi investimenti a suon di milioni, visto che non è mai stato un mistero che il club viola non avesse disponibilità economica per regalare nuovi giocatori a Stefano Pioli. Il discorso potrebbe essere molto semplice e anche se non farà certo sorridere il popolo viola bisogna comunque registrare l'ottimo lavoro d'anticipo della dirigenza gigliata.

Ma andiamo con ordine: la prossima estate Pantaleo Corvino dovrà lavorare molto sulle uscite, visto che Federico Chiesa, Jordan Veretout, Nikola Milenkovic e, anche, Cristiano Biraghi, potrebbero lasciare la Fiorentina e i vari acquisti abbastanza onerosi non sembrano essere altro che un anticipo di cassa che la famiglia Della Valle sta facendo. Sia chiaro, non è assolutamente detto che tutti e quattro lasceranno Firenze ma la sensazione è che almeno in due prepareranno le valige, portando nelle casse della società tanti soldi.

In tutto questo dobbiamo registrare la strategia finalmente vincente del club viola che si sta già cautelando in vista dell'eventuale addio di qualche giocatore. Una strategia che impedirà poi alle altre società di "prendere per il collo" la Fiorentina sapendo che lo stesso Corvino potrà disporre di molti milioni da investire dopo le cessioni della prossima estate. Insomma, almeno per questa volta sembra davvero che la dirigenza gigliata non si sia fatta trovare impreparata e chissà che da qui al prossimo 31 gennaio non possano esserci altre sorprese, sempre in ottica "anticipo di cassa".
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2046
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

17/01/2019, 13:58

MURIEL E SIMEONE, COMINCIA LA CONTESA. CHI CONTRO LA SAMP?.



Dopo la vittoria di Coppa Italia contro il Torino, per la Fiorentina si avvicina a grandi passi la partita di domenica contro la Samp. E sembra essere già partita la contesa tra Luis Muriel e Giovanni Simeone su chi dei due possa avere una maglia da titolare al centro dell’attacco viola contro i doriani.

Era prevedibile che questa situazione si potesse creare presto, ma non era scontato che i due giocatori arrivassero a questo momento in una situazione come quella attuale. Già, perché se subito dopo il suo arrivo Muriel aveva convinto tutti di poter essere il perno dell’attacco, dopo la prestazione opaca contro il Torino sono arrivati i primi dubbi. Qualche difficoltà iniziale era intuibile dopo i sei mesi al Sviglia, ma è altrettanto vero che Simeone, entrato a partita in corso e grande protagonista del gol che ha permesso ai viola di sbloccare la gara, ha saputo subito dimostrare che lui ancora qualcosa da dire ce lo ha.

Ecco perché Pioli adesso ha qualcosa che assomiglia ad un problema nel dover fare delle scelte contro la Samp. Certo, un problema che molti allenatori vorrebbero avere, ma pur sempre un problema.

Sempre con la possibilità di schierare poi i due attaccanti uno di fianco all’altro oppure in un 4-3-3 con Muriel largo a sinistra, va detto. In quel caso a farne le spese sarebbe Mirallas, uno degli uomini più in forma dell’ultimo periodo della Fiorentina. Questa, almeno vista la prima uscita stagionale, non sembra però essere la direzione presa da Pioli.

Scelte non semplici dunque per Stefano Pioli: questi ultimi giorni saranno decisivi per chiarire le idee su quale sarà l’attacco della Fiorentina contro la Sampdoria.
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2046
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

18/01/2019, 14:25

APPUNTAMENTO COL RIMPIANTO.


Mettiamo subito le mani avanti, il titolo è provocatorio. O almeno vuole esserlo in parte. Sta di fatto che il rendimento di Riccardo Saponara in questa prima parte di stagione con la maglia della Sampdoria (due gol e quattro assist in tredici partite) è stato quanto mai positivo ed ha vissuto forse il picco più alto proprio nell’ultimo turno di campionato contro la Juventus, dove il fantasista si è visto annullare dal Var un’autentica prodezza balistica che avrebbe potuto regalare in extremis il pari alla sua squadra nella tana dei campioni d’Italia. Solo con la mente libera da pressioni e la totale fiducia nei propri mezzi è possibile provare colpi del genere. Non è forse un caso che nell’anno e mezzo vissuto a Firenze Saponara non sia mai riuscito a spiccare il volo.

I motivi del flop sono tanti e di diversa natura: da una condizione fisica che pronti-via non lo ha aiutato (Saponara fu costretto ad un’ispezione alla caviglia già dopo sei mesi), alle pressioni di una piazza che chiedeva l'Europa e si aspettava tanto da parte di un giocatore pagato 10,5 milioni dall’Empoli fino, naturalmente, a questioni di natura tattica, visto che né Paulo Sousa (che tanto lo aveva voluto) né Stefano Pioli hanno mai favorito il talento di Forlì giocando con continuità con un trequartista dietro alle punte.

Eppure l’operazione innestata in estate da Pantaleo Corvino con la Sampdoria faceva presagire che, in un modo o nell’altro, la Fiorentina sarebbe stata destinata a guadagnarci: il prestito oneroso (2 milioni) con diritto di riscatto (fissato 9) non soltanto potrebbe garantire ai viola di realizzare una plusvalenza (nel caso di un acquisto definitivo dei blucerchiati) ma, nell’ipotesi di mancata concretizzazione dell’affare e di ritorno del giocatore in riva all’Arno, potrebbe permettere a Pioli, o a chi per lui dall’anno prossimo, di poter disporre di un giocatore totalmente rivitalizzato dalla cura Giampaolo.
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2046
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

19/01/2019, 14:26

TESTA A TESTA IN REGIA.


"Per ora pesco per ciò che ho a disposizione, ho buone caratteristiche per mettere in campo un centrocampo dinamico e di qualità. Poi sul mercato vedremo cosa arriverà. Tocca a me fare in modo che i miei centrocampisti diano il meglio. Con o senza Veretout mezzala": così Stefano Pioli ieri in sala stampa sollecitato sul proprio centrocampo in vista dell'imminente impegno di campionato contro la Sampdoria.

Al momento, infatti, il tecnico gigliato dovrà - come direbbe qualcuno - fare l'omelette con le uova che ha. E la sensazione è che, dopo l'ultima gara di Serie A col Genoa e la sfida di Coppa Italia a Torino, quella di riproporre Jordan Veretout in veste di mezzala sia più che un'idea. Ma a questo punto sorge il dubbio su chi, in tal caso, potrebbe ricoprire il ruolo di regista tra Edimilson Fernandes e Christian Norgaard.

Tenendo conto che in linea di massima nessuno dei due, quando all'opera, è sembrato particolarmente più adatto dell'altro, l'ipotesi più concreta dovrebbe essere quella che porta allo svizzero, in vantaggio su Norgaard, nonché utilizzato con maggior continuità da Pioli nel corso della stagione. Alcuni quotidiani stamani non escludono però un impiego del danese. Insomma, il testa a testa è aperto: la palla passa all'allenatore.
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2046
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

20/01/2019, 15:16

MURIEL, Samp nel cuore, ma darò tutto per i viola.


Così l'attaccante viola Luis Muriel a Sky Sport nel pre-partita di Fiorentina-Sampdoria: "Sono molto contento di essere tornato in Italia. Inizio subito il campionato con una partita speciale per me: ora indosso i colori viola e darò tutto per questa maglia, ma la Samp la porto nel cuore. Lo sanno tutti quello che provo per i blucerchiati".
ROMANO ROMANISTA

Avatar utente
Piotta76
Messaggi: 2046
Iscritto il: 10/02/2017, 0:31
Località: roma

21/01/2019, 14:41

LA ZAMPATA DEL CAPITÀN.


Le prodezze di Luis Muriel e gli errori di Edimilson e Vitor Hugo hanno tolto un po' la scena a quello che probabilmente è stato il gesto più importante di Fiorentina-Sampdoria: il gol di Pezzella al 93' con annessa corsa verso la zona all'angolo tra Tribuna Laterale e Curva Ferrovia, mostrando la fascia che fu di Davide Astori.

Un gesto emozionante, carico di pathos - come direbbero i greci - e di significato. Un gesto che ha riconciliato con il calcio i presenti e non solo.

Nella spaccata di capitan Pezzella c'è la voglia di farcela, di riuscire a raggiungere un obiettivo oramai insperato (così si presentava la rimonta in 10 alla Sampdoria). E nel togliersi la fascia e mostrarla al popolo in festa sta invece racchiusa la piccola semplicità del calcio, capace di emozionare anche in un normale pomeriggio di gennaio.

La "profezia" della fidanzata Agus ha funzionato e Germàn Pezzella è tornato al gol. Una rete che mancava all'argentino dall'unica altra marcatura in maglia viola, targata 16 settembre 2017 contro il Bologna sempre al Franchi. Sintomo che Pezzella a "casa" sua si trova bene.

La zampata del Capitàn permette alla Fiorentina di guardare al prossimo impegno con il Chievo con più ottimismo, forti di un Luis Muriel in formato deluxe e di una difesa che con il suo uomo più rappresentativo è riuscita a riagguantare una sfida che sembrava ormai persa. "Crederci sempre", come sottolineato dallo stesso Pezzella appena finita la gara. La Fiorentina sembra aver fatto suo questo mantra.
ROMANO ROMANISTA

Rispondi
  • Informazione
  • Chi c’è in linea

    Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti